News

TRENI IN TRANSITO, CON PASSAGGI A LIVELLO APERTI

  • Stampa

MONVALLE - 16.12.2016 - A Ternate un Tir invade il passaggio a livello e resta incastrato tra le sbarre, prima d’essere investito dal treno. Il terzo caso in tre mesi, dopo il camion investito a Gazzada e l’auto travolta a Gallarate. Il guaio dei numerosi passaggi a livello disseminati sulla Gallarate-Luino creano rischi e disagi anche senza dover incorrere in tragedie mancate. Una pioggia di messaggi di allarme si rintraccia su varie pagine Facebook, dopo l’ennesimo caso di treni merci in transito con le sbarre del passaggio a livello alzate. Ma se questo caso, documentato con tanto di foto da Klevis Ulaj, è avvenuto a Monvalle, analoghe segnalazioni, anche in passato, sono arrivate da Sangiano, Leggiuno, Brebbia e Ispra. Nella maggioranza dei casi le segnalazioni raccontano che il treno giunge a passo d’uomo, il capotreno scende a segnalare il transito e quindi risale sul convoglio che procede a velocità ridotta; ma in più di un caso vi è chi afferma che il macchinista suoni ripetutamente e poi proceda a passo d’uomo. Fra i vari commenti sul social network -e in particolare sulla pagina “Sei di Monvalle se...”, c’è anche chi, come Davide Temporali, chiede che vengano avvisate immediatamente le forze dell’ordine.

Altri segnalano come il fenomeno avvenga ormai da diverso tempo e che le ferrovie sono già state informate. Erika Rorro commenta: «A me e capitato piú volte di attraversare il passaggio a livello e di sentirmi il treno suonare perché stava arrivando con tanto di sbarre su e la luce rossa non era accesa. Per fortuna il treno era lontano…». Altri parlano di fenomeno «scandaloso e pericoloso. Questa cosa è gravissima, io ci passo spesso, ma sempre fidandomi è mai sospettando di nulla». Giuseppe Torresi racconta: «Il treno arriva a passo d’uomo e uno dei due macchinisti scende a fermare le macchine e far passare il treno! È una manovra chiamata “marcia a vista“, usata quando ci sono guasti sulla linea ferroviaria!». Ma Nadia Ferrari lancia l’allarme: «Comunque al passaggio a livello vicino alla bozza il treno non va piano e non scende nessuno ad avvisare e purtroppo è già successo più volte che il treno passa veloce a sbarre alzate! Pericolosissimo!». Secondo Giorgio Guarneri commenta: «Il treno è stato fermo più di un quarto d’ora». E Andrea Giorgetti ricorda: «È successo anche a me: una sera stavo per attraversare, per fortuna l’ho visto e sono riuscito a tornare indietro». I treni in questione sono quelli della linea ferroviaria Laveno Mombello-Novara, sulla quale viaggiano solo i merci che scendono da Bellinzona in direzione Genova. Su questa linea, malgrado le proteste di lavoratori e studenti, da un anno non viaggiano più i treni passeggeri, che erano utilizzati per raggiungere Sesto Calende e il Novarese. La questione dei passaggi a livello aperti durante il transito dei treni è stata di fatto sollevata più volte e chi gestisce il traffico ferroviario ha sempre risposto che avrebbe provveduto. Ma, come evidenzia l’ennesima valanga di proteste, a oggi nulla è cambiato.

e-max.it: your social media marketing partner