News

LO SPORT AMBASCIATORE DI PACE A LAVENO

  • Stampa

LAVENO MOMBELLO – 16.05.2017 - “ Lo sport Ambasciatore di Pace “: la Peace Run, la corsa a staffetta più lunga del mondo, debutta domenica prossima 21 maggio a Laveno Mombello con personaggi come Christian Ciech oro individuale e oro di squadra ai mondiali 2015 e Alessandro Rambaldini campione mondiale 2016 di corsa in montagna, che saranno insieme per unire in un'unica strada di pace cielo e terra. In occasione dei trenta anni Peace Run, una staffetta internazionale capitanata da Alessandro Rambaldini, si inerpicherà con in mano la Fiaccola della pace fra i sentieri ripidi del Sasso del Ferro. Alla guida il generoso podista Vittorio Ciresa che ha all'attivo un no stop Laveno- Monte Rosa in 27 ore e 12 minuti. Di quell'impresa ricorda, " Quel giorno non ero io quello che doveva chiedere, io ero quello che doveva dare".

Alle 10.30 è previsto l'arrivo in cima dove Rambaldini consegnerà la Fiaccola a Ciech in attesa sulla sua rampa di lancio e pronto per il decollo per portarla in volo come un uccello, un volo di pace fra i cieli del Lago Maggiore. Al Delta Club Laveno alle 11.15 è previsto l'atterraggio di Ciech, contestualmente all'arrivo della staffetta Peace Run-Rambaldini. Trenta colombe daranno inizio alla Cerimonia ufficiale alla presenza del sindaco Ercole Ielmini e dell'assessore allo sport e il rituale passaggio di mano in mano della Fiaccola della pace fra tutti i partecipanti. Ci sarà anche la Protezione civile di Laveno Mombello. Quella Fiaccola con cui le staffette Peace Run attraversano il mondo in lungo e in largo, simbolo dell'aspirazione universale alla pace e che è stata tenuta in mano da uomini come Nelson Mandela, il Dalai Lama, Desmond Tutu, Madre Teresa, Gorbachev e Giovanni Paolo II solo per citarne alcuni. La regina Elisabetta accese con la Fiaccola della Peace Run il primo dei mille ottocento bracieri della Pace sparsi per le celebrazioni del 50°" V.E.Day". E ancora Muhammad Alì, Paul Tergat, Carl Lewis che è portavoce della Peace Run e Tegla Loroupe assidua presenza nelle varie edizioni. La Peace Run ha ricevuto altri significativi riconoscimenti, dall'Unesco che le ha fatto un Endorsment con il Presidente Hepburn e il suo appassionato discorso nella sede dell'Assemblea  Generale e il Consiglio Europeo da Delors a Herman Van Rompuy  per la sua valenza di educazione alla pace e armonia fra i popoli. È la visione di una corsa per la pace che attraversa vari paesi del mondo, dove i corridori si passano di mano in mano una Fiaccola accesa. Lungo la via bambini, alti dignitari e semplici persone, hanno l'opportunità di correre con la Peace Torch in mano, condividendo una esperienza di pace. Da quando è stata fondata nel 1987 ad oggi ha incluso 150 nazioni. Lech Walensa ebbe a dire " Il percorso della Peace Run unisce tutti i paesi come una sola cosa, come se i loro confini non esistessero". Quest'anno la Peace Run celebra trent'anni della sua fondazione. In Europa attraverserà l'Inghilterra, Olanda, Germania, Francia, Svizzera, Italia, Slovenia, Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Lituania, Ucraina, Bielorussia. Aderente alla filosofia della Peace Run è l'idea che la pace a livello collettivo sia il frutto di un percorso interiore individuale dove arte, musica e sport costituiscono strumenti di ricerca e di crescita delle coscienze. Il fondatore Sri Chinmoy, da uomo poliedrico si è infatti interessato anche al mondo della musica, trovando sostenitori in grandi musicisti quali L.Bernstein, H. Menuhin, P. Casals e P. Glass. Lo sport viene proposto quale attività che, nella sua filosofia più pura riconosce il bisogno di trascendere i propri limiti e conquistare la vittoria come competizione con se stessi.

e-max.it: your social media marketing partner