News

DAL PRIMO GENNAIO CESSANO I COLLEGAMENTI DELLA NLM NEL BACINO SVIZZERO

  • Stampa

LAVENO MOMBELLO – 29.12.2017 - Disagi in vista con il nuovo anno per la navigazione pubblica del Verbano nel bacino svizzero del Lago Maggiore. In un comunicato, la direzione della Gestione Governativa Laghi comunica la cessazione totale del servizio a partire da domenica 31 dicembre e purtroppo sul fronte svizzero il Consorzio che ne rileverà il servizio nautico non entrerà in funzione, almeno per i primi mesi, pertanto il bacino svizzero resterà senza collegamenti nautici. Si apprende che il Consiglio di Stato svizzero ha preso atto degli ultimi sviluppi dei negoziati riguardo al futuro dei servizi di navigazione ma il Consorzio che ne rileverà l’attività non potrà entrare in funzione il 1. gennaio 2018, e pertanto da parte svizzera si invitano gli utenti dei mezzi nautici ad utilizzare le corse bus nel Gambarogno e la linea TILO S20 tra Cadenazzo e Locarno. Nel comunicato della NLM si afferma: “Si informa la gentile Clientela che a far data da lunedì 1° gennaio 2018 la Gestione Governativa Navigazione Laghi cesserà il servizio regolare di linea nel bacino interno svizzero del lago Maggiore. Si comunicano pertanto le misure resesi necessarie al 31 dicembre 2017 in materia di prestazione, tassazione del trasporto e attività correlate.

L’ultima corsa nell’esercizio del servizio pubblico di trasporto di linea in bacino interno svizzero della Navigazione Lago Maggiore sarà la n° 122 del 31 dicembre 2017, con orario di partenza prescritto per le ore 18.30 da Magadino e di arrivo a Locarno alle ore 18.50. Domenica 31 dicembre 2017, dalle ore 16.30 sino al termine del servizio, l’utenza potrà munirsi del regolare biglietto di viaggio esclusivamente presso la postazione mobile allestita agli scali di Magadino e di Locarno. I biglietti cumulativi “Arcobaleno” rilasciati dalla Comunità Tariffale Integrale Ticino sono accolti al transito sulla linea NLM sino al 31 dicembre 2017.” Ora si attendono da parte svizzera i permessi delle competenti autorità italiane che permetteranno alla consorziata Società di navigazione del Lago di Lugano (SNL) di prestare servizio anche sul Lago Maggiore. Ma sembra che tali permessi giungeranno fra due mesi e pertanto nel frattempo all’utenza svizzera e a quella italiana intenzionata a raggiungere le località svizzere lacustri non resta che utilizzare o la strada ferrata o i trasporti su gomma.

e-max.it: your social media marketing partner