News

SABATO 3 E DOMENICA 4 FEBBRAIO -FESTA DI SAN BIAGIO A CITTIGLIO

  • Stampa

CITTIGLIO - 03.02.2018- Fine settimana all’insegna di San Biagio a Cittiglio, festa che è focalizzata sulla devozione al Santo Vescovo protettore della gola al quale è dedicata la chiesa romanica posta sulla collinetta nella frazione di San Biagio. Il programma che la parrocchia, assieme al “Gruppo Amici di San Biagio”, vede per sabato 3 febbraio alle ore 20,30 la S. Messa prefestiva con benedizione della gola nella chiesa parrocchiale di Cittiglio. Al termine della funzione, in oratorio: incanto dei canestri, falò, panettone e vin Brulè; mentre domenica 4 febbraio: alle ore 9,30 S. Messa nella chiesetta di San Biagio con benedizione della gola. Al termine, distribuzione del pane benedetto e incanto dei canestri. Come si può notare il programma di quest’anno propone una significativa modifica rispetto alla tradizione consolidata della festa di San Biagio, infatti, la celebrazione del 3 febbraio – ricorrenza liturgica di San Biagio – non si svolgerà nella chiesetta romanica a lui dedicata, ma nella chiesa parrocchiale di S. Giulio. Motivo di questo forzato cambiamento è la presenza del cantiere archeologico sul sagrato di San Biagio, cantiere che non permette l’uso del piazzale e sconsiglia – per motivi di sicurezza - l’uso dello stesso,

soprattutto col buio della sera. Già lo scorso anno il sagrato davanti alla chiesa di San Biagio era solo parzialmente agibile perché proprio a ridosso dell’edificio sacro si era aperto lo scavo archeologico per indagare l’antico cimitero che sino al XVII secolo occupava lo spiazzo addossato alla chiesa. Nel corso dell’estate e dell’autunno 2017 l’indagine archeologica che ha riportato alla luce le antiche tombe medioevali, si è estesa a tutto il piazzale della chiesa, occupandolo praticamente tutto con lo scavo, rendendolo, così, inutilizzabile. Sino ad aprile - data prevista per la conclusione dei lavori (diretti dalla Soprintendenza di Milano) - non sarà, quindi, possibile utilizzare il sagrato che rimane interno all’area di cantiere. La chiesetta, invece, è pienamente utilizzabile ed è accessibile grazie ad un percorso protetto (da percorrere con la luce del giorno), che attraversa l’area di cantiere. Sarà possibile quest’anno visitare la chiesa di San Biagio e gli scavi archeologici ad essa annessi con una visita guidata programmata per le ore 15.00 di domenica 4 febbraio 2018. La visita sarà un’occasione per entrare negli scavi aperti, conoscere la storia millenaria della chiesetta di San Biagio e prendere visione dei lavori di restauro fatti in essa nei trent’anni di attività del “Gruppo Amici di San Biagio”.

e-max.it: your social media marketing partner