News

VARESE-CASE DELL’ACQUA BANDI E DATI

  • Stampa

VARESE-CASE DELL’ACQUA BANDI E DATI - «Con i bandi dedicati alle case dell’acqua – ha dichiarato il Vicepresidente e Assessore a Tutela ambientale, Ecologia ed Energia Luca Marsico - abbiamo stanziato una somma importante con il preciso obiettivo di dare una serie di risposte concrete a una serie di bisogni ed esigenze. La prima è stata quella di sostenere quelle amministrazioni che credono in questo progetto e nelle importanti ricadute positive che esso ha sia a livello ambientale, educativo e sociale. Non solo, ma in questo periodo di grande difficoltà economica, offrire la possibilità di avere l’acqua a costo zero, significa contribuire ad abbattere la spesa quotidiana.

Inoltre c’è appunto tutto l’aspetto legato all’ambiente in tema di riduzione della produzione rifiuti. Provincia di Varese non si è limitata a stanziare i fondi, ma dal 2009 ha istallato al parcheggio multipiano di Casbeno una casa dell’acqua». BANDO 2012 Sono 30 i Comuni partecipanti, di cui 17 per realizzazioni dirette e 13 per realizzazioni in concessione. La somma a disposizione da bando è di 61.500 euro di natura regionale. Con il bando sono stati assegnati 6 contributi da 10.250 euro ciascuno ai seguenti Comuni (per realizzazioni dirette): Uboldo, Brezzo di Bedero, Cairate, Cittiglio, Sesto Calende e Inarzo. Ai 24 Comuni rimanenti sia in concessione che in economia è stato erogato comunque un contributo. Comuni non assegnatari per realizzazioni dirette: Laveno Mombello, Gavirate, Marchirolo, Azzate, Cocquio Trevisago, Gornate Olona, Brissago Valtravaglia, Daverio, Brenta, Casciago, Cremenaga. Comuni non assegnatari per realizzazioni in concessione: Bisuschio, Venegono Superiore, Cavaria, Induno Olona, Arcisate, Cantello, Somma Lombardo, Arsago Seprio, Samarate, Castronno, Gorla Maggiore, Brebbia, Lonate Ceppino. La somma integrata dalla provincia per esaurire il primo bando è di 168.529,87 euro. Nello specifico, i Comuni non assegnatari per realizzazioni dirette riceveranno un contributo pari ad € 10.250 fermo restando il limite del 70% sull’importo di contributo del singolo impianto; i Comuni non assegnatari per realizzazioni in concessione riceveranno allo stesso modo un contributo pari a 5.000 euro fermo restando il medesimo limite del 70% della spesa pubblica prevista. BANDO 2013 Metterà a disposizione con le stesse modalità del precedente bando, un totale di 141.720,13 euro. L'unica differenza rispetto al primo bando è relativa alla possibilità data ai Comuni di realizzare con contributo una nuova casetta dell'acqua sul proprio territorio (il precedente escludeva tale possibilità) Il bando scade il 28 febbraio 2013. L’impegno complessivo di Provincia di Varese è di 300 mila euro. DATI AMBIENTALI RELATIVI ALLA CASETTA DELL'ACQUA DI PROPRIETA' DELLA PROVINCIA: La casa dell’acqua di Provincia di Varese, installata a fine Novembre 2009 al parcheggio multipiano di Casbeno, ha erogato in media 228 litri al giorno, equivalenti nei tre anni a un risparmio per l'ambiente di ben 167.000 bottiglie di plastica da 1.5 litri, equivalenti a loro volta a 6.680 kg di PET. E’ possibile quindi parlare di un risparmio complessivo pari a: 13,4 tonnellate di petrolio, 117 tonnellate di acqua, 167 chili di ossidi di zolfo; 15,4 tonnellate di CO2. I dati sono forniti dall'Osservatorio Rifiuti della Provincia di Varese.

e-max.it: your social media marketing partner