Articoli

BRUCIA CASETTA PREFABBRICATA, INTERVIENE LA PROCIV

LAVENO MOMBELLO– 25.03.2019 - Alte fiamme si sono sviluppate ieri sera, attorno alle ore 20, da una casetta in legno che fungeva da deposito attrezzi in vicolo Profarè a Laveno Mombello. Lo stesso consigliere comunale Giuliano Besana che abita vicino al punto da dove si sprigionavano le fiamme alimentate dal forte vento e che minacciavano un’altra abitazione vicina ha dato l’allarme, non senza difficoltà, viste le numerose richieste di intervento che hanno interessato nella serata il “numero unico di gestione delle emergenze 112” in tutta la provincia e che vedeva i vigili del fuoco di Ispra, Varese e i volontari di Laveno Mombello impegnati a far fronte a diverse richieste, fra cui quella proveniente dal presidio ospedaliero di Cittiglio. Cosi attivava la Protezione civile di Laveno Mombello che ha prontamente risposto alla chiamata, raggiungendo la zona con la propria autobotte e un modulo antincendio. La tempestività dell’intervento ha permesso di circoscrivere rapidamente le fiamme, malgrado le violenti raffiche di vento e mettere in sicurezza le abitazioni vicine, poi sul posto con sei automezzi (autobotti e moduli antincendio) sono giunti i vigili del fuoco di Varese e Laveno, che con la Prociv hanno completato l’opera di bonifica dell’incendio.

ARRIVA TOPAZIO LA NUOVA MOTONAVE "IBRIDA"

ARONA –26.03.2019 - Si potenzia la flotta del Verbano con l’arrivo di “Topazio” che prosegue nel segno della sostenibilità ambientale e dell’innovazione da parte di Navigazione Laghi, da tempo attenta all’individuazione di soluzioni adeguate sia per quanto riguarda gli scafi e le soluzioni sui sistemi di propulsione, sia nell’utilizzo di carburanti di ultima generazione, di vernici senza sostanze inquinanti e di attuazione di tutta una serie di comportamenti con il minor impatto ambientale possibile. “Topazio sarà infetti la prima motonave per il trasporto pubblico sul Lago Maggiore a predisposizione ibrida. Una novità di portata storica riveste la nuova nave che è in avanzata fase di in costruzione nel cantiere di Arona e che porterà a 37 unità la consistenza della flotta. “Topazio” è una nuova motonave ibrida da 200 posti, munita di batterie a polimeri di litio che garantiranno la possibilità di navigare diminuendo l’impatto ambientale anche in termini di emissioni acustiche, in particolar modo nelle operazioni di attracco e avvicinamento agli scali.

ESERCITAZIONE FINALE PER I NUOVI VOLONTARI DELLA PROCIV

LAVENO MOMBELLO – 24.02.2019-  Hanno seguito i corsi e ora sono pronti a intervenire. Sono una quindicina i nuovi volontari di protezione civile che da oggi fanno parte della prociv che unisce Laveno Mombello e Sangiano, dopo che hanno superato l'esame dei corsi di base che comprende anche l' alto rischio d' incendio: tutti hanno preso parte all'esercitazione finale che si è svolta in sede. In quell'occasione, sotto l'occhio vigile dei capisquadra e dei docenti, i “nuovi” hanno preso confidenza con le attrezzature del gruppo comunale: autobotte, moduli antincendio, sacchettatrice, manichette, idrovore, tende, vasca antincendio. Quindi il “battesimo del fuoco”, con l'uso degli estintori su fiamme libere, con l'impiego anche di coperte ignifughe. Le forze di protezione civile dei due Comuni, unite nella nuova convenzione approvata dai rispettivi consigli comunali, opera sotto l'egida della Comunità Montana Valli del Verbano. Il gruppo di Laveno Mombello è uno dei più longevi della provincia di Varese, fondato nel 1975 e con alle spalle l'organizzazione di esercitazioni nazionali, regionali e provinciali.

CARNEVALE A LAVENO MOMBELLO E PONTE

CARNEVALE A LAVENO MOMBELLO 2019- Torna sabato 9 marzo il tradizionale “Carnevale Mombellese” 2019, che ruota attorno alla popolare maschera del “Bortolo Ciuchet” con le sue malefatte a cura dell’Associazione Mombello Viva e del Gruppo Oratoriano Sant’Arialdo. Intanto domenica 3 marzo alla frazione Ponte di Laveno si terrà la XXVIII edizione del Concorso del Coriandolo d’Oro per le maschere dei bambini alle ore 14 presso l’oratorio. Mentre a Laveno dopo la sospensione dello scorso anno, per la seconda volta nella sua storia, il “Carnevale Lavenese” sarà quaresimale, visto che il consiglio della Pro Loco, con il suo presidente Franco Liuzzo, ha ottenuto l’autorizzazione in “primis” del Parroco don Carlo e del Sindaco Ercole Ielmini. Quindi con la collaborazione dell’assessore Alvaro Reggiori, della polizia locale e della protezione civile, vedrà la sfilata carnevalesca svolgersi domenica 10 marzo. Era già avvenuto una decina di anni fa quando a causa del maltempo, la manifestazione era stata spostata alla prima domenica di quaresima. Quest’anno invece, visto che molte delle manifestazioni nella zona si svolgono il sabato grasso (mentre qualche comune ha rinunciato alla manifestazione della prima domenica di quaresima)

MUFLONE CARICA UNA VETRINA IN CENTRO PAESE

LAVENO MOMBELLO – MERCOLEDì 30.01.2018 - La presenza di cervi, cinghiali e mufloni nella zona abitata del lavenese, è da anni una seria realtà. La segnalazione di animali selvatici sulle strade e nei giardini privati o parchi pubblici, giunge con grande frequenza alla caserma dei carabinieri o alla polizia locale cosi come più spesso alla protezione civile lavenese che interviene per allontanare gli animali e farli rientrare nel loro ambiente naturale come per il monte che sovrasta Laveno il “Sasso del Ferro”, ricco di vere e proprie colonie di animali selvatici. Ma a parte danni alle autovetture ai motociclisti e a qualche persona, mai era accaduto che se la prendessero con le vetrine dei negozi o con i portoni di accesso alle abitazioni. Attratti, probabilmente dalla copiosa salatura delle strade di questo periodo, nella prima mattinata di ieri diversi animali sono scesi a valle, lo testimonia la segnalazione degli avvistatori posti sulla SP 394 Dir, posizionati dalla Comunità Montana Valli del Verbano con il progetto Roadkill, proprio all’ingresso di Laveno che hanno segnalato un continuo transito di animali con segnali luminosi e suoni emessi dagli altoparlanti posizionati nella zona.

INCENDIO TORBIERA MOMBELLO

LAVENO MOMBELLO - 10.01.2019 - Solo grazie al tempestivo intervento di alcuni abitanti della via e della protezione civile di Laveno Mombello, si è evitato un altro pesante fronte di fuoco boschivo in un’area di importante rilievo naturalistico e storico di Laveno. Parliamo della torbiera di Mombello, un’area di grande interesse ambientale, che sorge in una zona che deve essere preservata e che un tempo registrava la raccolta della torba da parte della popolazione locale. Nella serata di giovedì in via Vignola, una zona boschiva che si estende fra Mombello e Cerro, alcuni residenti hanno sentito attorno alle 21,50, transitare un mezzo, forse un furgoncino a velocità inusuale per il fondo stradale e la ristrettezza della sede stradale, poco dopo hanno visto i bagliori di un incendio svilupparsi ai margini dell’area protetta e dopo aver chiamato la Protezione civile di Laveno Mombello, armati di bastoni sono intervenuti per spegnere le fiamme alimentate dal forte vento che soffiava sulla zona, proprio nei pressi del cartello che segna il confine fra Laveno e Cerro di Laveno. Il pronto intervento degli abitanti e il fatto che il vento soffiava dalla parte opposta alla torbiera ha impedito che il rogo si estendesse rapidamente verso il canneto e l’area boschiva circostante.

SERI DANNI A CAUSA DEL VENTO A LAVENO MOMBELLO

LAVENO MOMBELLO – 24.12.2018 – Seri danni a Laveno a causa del forte vento. E’ letteralmente volata via la copertura al cantiere della ferrovia, la vigilia di Natale. Il vento che spirava ad oltre cento chilometri orari ha rischiato di causare a Laveno non solo ingenti danni; la velocità delle raffiche è stata registrata alla centralina della protezione civile. E così per lunghe ore, anche nella giornate di martedì 25 dicembre, le squadre hanno dato il via a una lunga serie di interventi, da parte della Protezione Civile di Laveno Mombello, in collaborazione con i vigili del fuoco di Ispra e dei volontari di Laveno. Già alle 9.30 del 24 in una palazzina del centro cittadino è stata spazzata via parte della copertura, quindi una serie di tegole sono volate dai tetti, senza colpire i passanti; abbattuti anche molti cartelli stradali. Ma i danni peggiori sono stati probabilmente quelli che si sono registrati al tetto della nuova mensa scolastica alla scuola Scotti di via XXV Aprile, dov’è volata via mezza copertura del tetto. Tre anni fa sempre a causa di violenti raffiche di vento era volata via l'altra parte della stessa copertura, poi ripristinata. Per fortuna in quel momento nessuno passava nella via e la scuola era chiusa per le vacanze natalizie.

POSATO IL PRESEPIO SOMMERSO LAVENESE

LAVENO MOMBELLO –01.12.2018 - E’ iniziata questa mattina presto la tradizionale posa del Presepio Sommerso di Laveno Mombello nelle acque del Lago Maggiore, sul lungo lago di fronte a piazza Cadute del Lavoro. Il "Presepe Sommerso di Laveno Mombello", prese avvio storicamente la vigilia di Natale del 1975, quando un gruppo di amici si ritrovarono alla vigilia della notte di Natale a Punta Granelli, una zona a lago posta appena fuori dal Comune di Laveno, in Castelveccana (la denominazione deriva dalla tragedia del lago, che vide nel 1930 un motoscafo Riva andare in fiamme e sparire nelle profondità con due giovani vittime a bordo i cugini Granelli, le cui salme non sono mai più state ritrovate). Qui in un'atmosfera suggestiva e con il suono della zampogna il parroco di Laveno impartiva la benedizione alla piccola statua, circa 80 centimetri, del "Cristo degli Abissi" che venne posata a qualche metro di profondità, in una grotta naturale nella roccia. Poi lo scambio degli auguri di un Buon Natale e una fetta di panettone accompagnato da spumante. Una cerimonia semplice questa che si è poi ripresa per diversi anni, ma che rimaneva aperta solo a pochi intimi.

MOTONAVI PIU' ECOLOGICHE SUI LAGHI

LAVENO MOMBELLO – 21.10.2018- Abbandonati ormai da diversi anni le sperimentazioni del CCR di Ispra, su un battellino della Navigazione Lago Maggiore, il cui progetto mirava alla propulsione a idrogeno per i battelli della NLM, ecco ora una novità sempre in tema di propulsioni ecologiche per i battelli sul Lago Maggiore. E’ infatti in arrivo la propulsione diesel&elettrica, che verrà applicata ad un traghetto di linea fra Laveno e Intra. Si punta ad un migliore impatto ambientale, dopo che come noto i natanti utilizzano da tempo del gasolio ecologico. Il nuovo metodo di propulsione diesel elettrica, entrerà in esercizio già a partire dal prossimo anno, se i tempi di attuazione saranno rispettati, il natante sarà infatti pronto per il 2019 a favore della consolidata politica di soluzioni più adeguate, finalizzate attraverso appropriati studi ad ottenere battelli efficienti e in grado di avere il minor impatto ambientale possibile. Si apprende inoltre che successivamente i motori sulle motonavi saranno gradatamente modificati seguendo le innovative soluzioni che vedranno l’impiego di batterie e connettori o ibride, poste in grado di sostenere con i motori elettrici molte operazioni, come quelle di imbarco e sbarco e di avvicinamento agli approdi,

CORTOMETRAGGIO LAVENESE VINCE A LOS ANGELES

LAVENO MOMBELLO – 16.10.2018 - “Spero di non disturbare, volevo informare che il cortometraggio che abbiamo girato a Cerro l'anno scorso ha vinto al “Los Angeles Film Awards”, come miglior cortometraggio indipendente! Una vittoria per me inaspettata, che riempie di gioia e per questo vorrei ringraziare i lavenesi che mi hanno aiutato a realizzare questo lavoro” Con queste semplici due righe, il trentenne regista lavenese Oscar Turri ha annunciato ieri che è stato premiato al Los Angeles il suo cortometraggio girato a Cerro di Laveno. Turri annuncia inoltre che la prima proiezione pubblica si terrà sabato 24 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che cade il giorno successivo. L’appuntamento è presso la Sala Consiliare del Comune di Laveno Mombello, alle ore 21. Il cortometraggio “Judith & Holofernes” è stato infatti girato a Cerro nel settembre 2017. In quei due giorni intensi di lavoro la frazione di Cerro era divenuta nuovamente set cinematografico. L’ultima volta lo era stato per il film di Renato Pozzetto “Casa e Bottega “. Il regista lavenese Oscar Turri ha avuto come protagonista Aurora Maria Lopez per la produzione di Marco Rossi di Cuveglio