News

INIZIA LA FASE DI ESPROPIO PER I LAVORI DEL SOTTOPASSO FERROVIARIO

LAVENO MOMBELLO – 02-09-2017 - Mentre dovrebbero, iniziare nel maggio del 2018 i lavori di realizzazione del tanto discusso sottopassaggio ferroviario che collegherà Via Varese a Via Ceretti a Laveno, lavori programmati per eliminare il passaggio a livello di RFI sulla via di ingresso e uscita dal centro lacustre in vista del potenziamento di Alp Transit, è stato posto a protocollo da parte della Provincia di Varese l’avviso di avvio del procedimento per giungere all’esproprio delle abitazioni e dei terreni interessati dal progetto e quelli che saranno utilizzati nella fase di cantiere. Un adempimento piuttosto complesso e sofferto per chi viene chiamato in causa. Sono diverse decine i mappali e relative particelle interessate da questo provvedimento di esproprio per “pubblica utilità”. Un atto che fa seguito alla deliberazione provinciale del 15 giugno scorso che vedeva l’approvazione del progetto di fattibilità ed economico delle opere, volte alla creazione di un collegamento alternativo per procedere all’eliminazione del passaggio a livello sulla provinciale 394-Dir. Ora si rende noto che la Provincia è in procinto di approvare il progetto definitivo dell’opera e con il progetto definitivo si passa al procedimento di “pubblica utilità urgenza ed indifferibilità”.

ANDRA' A CITTIGLIO LA CAMERA IPERBARICA DI LAVENO ?

LAVENO MOMBELLO - Il Comitato nato per la salvaguardia dell’Ospedale di Cittiglio, dopo avere appreso da un nostro articolo su “La Prealpina”, la notizia della chiusura del Centro Iperbarico di Laveno, vuole evidenziare le potenzialità di un ipotetico Servizio di Medicina Subacquea e Iperbarica posto all’interno dell’Ospedale. Si pone per questo in evidenza come il territorio veda oltre al Lago Maggiore altri laghi geograficamente vicini al presidio dell’Ospedale di Cittiglio e per questo tale specialità potrebbe conferire al presidio ospedaliero di Cittiglio una specifica valenza visto che le camere iperbariche più vicine sono a Milano o Fara Novarese (fuori regione). Nel comunicato si aggiunge: “L’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia poi recentemente riaperta potrebbe trattare anche le fratture a rischio, che sono una specifica indicazione all’Ossigeno Terapia Iperbarica, distinguendosi quindi dalle altre Unità Operative di Ortopedia e Traumatologia di Tradate e Luino. La letteratura scientifica è concorde nell’auspicare la sede di trattamento iperbarico presso un centro ospedaliero onde evitare che le difficoltà logistiche possano interferire sulle indicazioni al trattamento.

5 VOLTE CAMPIONI DEL MONDO DELTA

LAVENO MOMBELLO - 23-08-2017 - Grande festa per la “Patria del Deltaplano” che a Laveno Mombello è protagonista sin dal 1976 del volo libero e che dopo 9 combattutissime task, vede la Nazionale Italiana di Deltaplano laurearsi per la quinta volta consecutiva Campione del Mondo. La squadra azzurra era composta da: Christian Ciech (varesino e lavenese di adozione), Alessandro Ploner, Marco Laurenzi, Valentino Baù, Filippo Oppici, Davide Guiducci e Flavio Tebaldi (team manager, di Venegono Inferiore). Nella classifica a squadre l’Italia ha avuto la meglio sulla Repubblica Ceca (seconda) e sulla Germania. Filippo Oppici vincendo per la nona ed ultima gara in programma, ha contribuito in modo determinante, insieme a Valentino Baù e a Marco Laurenzi, ad accumulare gli ultimi punti necessari per questo ennesimo trionfo. In... goal anche, nell’ordine, Alex Ploner, Christian Ciech e Davide Guiducci, leggermente attardati e intrappolati nella grande tensione della lotta al primo posto individuale, che è sfuggito per un soffio. Si conclude quindi trionfalmente per la quinta volta consecutiva la spedizione del Team Italia in Brasile con un oro di squadra ed un argento e un bronzo individuali, esattamente come quattro anni fa a Forbes in Australia.

PERCHE' NO ALLE LANTERNE CINESI

LAVENO MOMBELLO - 20.08.2017 - RISPONDENDO DEL PERCHE' NO ALLE LANTERNE CINESI - La Cina è attualmente il Paese più inquinante al mondo. Ma a quanto pare inquina anche al di fuori dei suoi confini. È quanto sostengono diversi scienziati che affermano che le famose lanterne cinesi, quelle lucine che ogni tanto vediamo librare nell’aria di notte per una tradizione orientale che anche noi pian piano stiamo importando, sono inquinanti. Ma ciò che più preoccupa è che sono pericolose. E per questo potrebbero essere bandite. Si pensa che queste lanterne, in origine, siano state inventate dal pensatore e stratega militare Zhuge Liang. Furono sviluppate all’inizio del III secolo a.C. come palloni per uso bellico, e solo in seguito siano diventate un oggetto ricorrente nelle celebrazioni asiatiche. Nei giorni scorsi in Inghilterra, e più precisamente a Smethwick nel West Midlands, c’è stato un enorme incendio che ha ferito 9 vigili del fuoco e distrutto 50 mila tonnellate di carta e plastica. Secondo il servizio antincendio che ha effettuato le indagini, a scatenare il rogo sono state alcune lanterne cinesi cadute nell’area. Purtroppo questo non è che uno degli episodi a cui aggiungere l'incendio boschivo sulle alture piemontesi del 2016 , a conferma di una serie di contestazioni che va avanti da molti anni.

FINALMENTE...RIAPERTA E NEI DUE SENSI DI MARCIA LA SP 69 A LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 12.07.2017 - E’ stata finalmente riaperta nei due sensi di marcia alle ore 13 di oggi (presente lo stesso sindaco Ercole Ielmini) dai tecnici comunali e dalla protezione civile di Laveno Mombello, la Sp69 a Laveno Mombello. La strada provinciale era chiusa dal 16 marzo scorso data di avvio dei lavori di sistemazione e ampliamento del tratto in uscita da Laveno in direzione di Castelveccana (Il primo mezzo a transitare è stato un bus di linea). La segnaletica verrà sistemata nei prossimi giorni. Ovvia la soddisfazione dei residenti di via Luino e ancor più di quelli di via Bernardini Luini, che in questi mesi hanno subito pesanti disagi e persino la registrazione di vibrazioni provocate dal cantiere che ha provocato fenditure nelle pareti con l’inagibilità di una terrazza che si affaccia sulla via che è divenuta dal 16 marzo la strada alternativa da e per Castelveccana, con il transito di pullman di linea e di quelli sostitutivi di RFI dall’avvio a giugno del cantiere ferroviario di Alp Transit. La via alternativa era regolata a senso unico alternato da impianto semaforico che spesso andava in tilt, con i disagi che aumentavano anche per i lunghi tempi di attesa, mentre altri disagi li hanno dovuti sopportare i residenti che si vedevano pullman e auto transitare,

ALLERTA METEO PROTEZIONE CIVILE REGIONALE

MILANO - 07.08.2017 - La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita' e' coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita' (codice giallo) per rischio idrogeologico e temporali forti dalle ore 9 di domani, martedi' 8 agosto. METEO - "Le previsioni meteorologiche emesse da Arpa-Smr - ha spiegato Bordonali - prevedono in particolare per la seconda parte di domani, temporali forti in concomitanza con l'intensificarsi di un flusso umido e instabile dai quadranti sud-occidentali". In base a queste previsioni, si prevede 'Codice giallo' per: RISCHIO TEMPORALI FORTI - Sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-02 (Media-bassa Valtellina, provincia Sondrio), IM-03 (Alta Valtellina, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi varesine, provincia Varese), IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province Como e Lecco), IM-06 (Orobie bergamasche, provincia Bergamo), IM-07 (Valcamonica, province Bergamo e Brescia), IM-08 (Laghi e Prealpi orientali, province Bergamo e Brescia), IM-09 (Nodo idraulico di Milano, province Como, Lecco, Monza Brianza, Milano e Varese)

SUCCESSO PER L'EXPO CINOFILA DI LAVENO MOMBELLO

LAVENO MOMBELLO – 07.08.2017 - Successo all’Expo Canina Lavenese. Il tempo incerto, ma per fortuna senza precipitazioni su Laveno Mombello nella giornata di ieri (vento a parte) non ha inciso neppure minimamente sulla grande partecipazione di pubblico, espositori e appassionati della razza canina e che ha registrato quasi 600 partecipanti confermando il successo di questa iniziativa. L’”Esposizione Nazionale Canina”, si è svolta nel parco che circonda l’ex discoteca Moulin Rouge in via Cittiglio 10 e a corollario erano presenti numerosi stand di accessori e prodotti per i cani. L’annuale rassegna cinofila è da sempre organizzata dalla sezione lavenese del Gruppo Cinofilo Varesino, in collaborazione con il gruppo cinofilo Verbano Cusio Ossola. Si tratta di un’iniziativa ormai consolidata per gli appassionati di questo settore, visti i suoi più di 40 anni e che ha ottenuto il carattere nazionale, con in palio i titoli validi per il Campionato italiano di bellezza. La straordinaria partecipazione con cani provenienti da ogni parte d’Italia in rappresentanza di tutte le razze riconosciute dall’Enci (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana), ha visto anche una più che mai promettente presenza di giovanissimi

RAGGIUNTO UN ACCORDO PER LA SICUREZZA DELLE MANIFESTAZIONI

ROMA - 07.08.2017 - “A seguito di sollecitazioni rivolte anche ad ANCI - già impegnata in confronti con gli organi competenti - per segnalare le difficoltà in capo alle amministrazioni locali e ai sindaci rispetto alla gestione degli eventi e alle misure di sicurezza da adottare in tali circostanze, è stata emessa dal Ministero dall’Interno la "Direttiva con modelli organizzativi per garantire alti livelli di sicurezza in occasioni di manifestazioni pubbliche." L’obiettivo è di permettere, sempre mantenendo assoluta priorità per i massimi standard di sicurezza sia in termini di security che di safety, di soddisfare le esigenze dei Comuni con cautele e precauzioni differenti in base alle tipologie di eventi, distinguendo tra manifestazioni in luogo pubblico che richiedono agli organizzatori solo l’onere di avvisare il Questore e manifestazioni di pubblico spettacolo sottoposte ad autorizzazione da parte del Sindaco. Tale nuova direttiva permette, quindi, di differenziare le procedure e chiarire le responsabilità con la garanzia di poter effettuare eventi pubblici sicuri.

BAGNINO A MACCAGNO SALVA UN VENTENNE IN PROCINTO DI ANNEGARE

MACCAGNO – 07.08.2017 - Giocano sulla piattaforma galleggiante posta davanti al parco Giona a Maccagno, che ampia una decina di metri, oltre che dai bagnanti viene utilizzata anche come attracco per le imbarcazioni, ed uno dei giovani di colore finisce nel lago e rischia di annegare sotto gli occhi sgomenti dei compagni. Il giovane era in gita con altri 5 ragazzi, ed una educatrice italiana. E’ avvenuto ieri mattina domenica, attorno alle ore 10,45 a pochi metri dalla riva, ma con il lago che in quella zona è già profondo circa 4 metri. Il giovane, un ventenne nativo dello Zambia, si è trovato subito in difficoltà e non riusciva a riemergere. La scena è stata fortunatamente vista da riva dal bagnino di salvataggio della Multiservizi Italia Srls di Marzara del Vallo, che dal 21 giugno scorso si è aggiudicata il servizio per i presidi acquatici estivi sul Lago Maggiore, bando dell’Autorità di Bacino lacuale dei laghi di Laveno, che con i propri assistenti bagnanti specializzati è presente sulle rive del lago con 4 suoi esperti e 14 sono invece quelli provenienti dai Bagnini di salvataggio di Roberto Carullo (che da due anni non partecipa al bando) ma che operano congiuntamente da Sesto Calende a Maccagno.

PROGRAMMA DI FERRAGOSTO A LAVENO MOMBELLO E FESTA DI FINE ESTATE

LAVENO MOMBELLO – 06.08.2017 - Presso Villa Frua, sede del Municipio, si è svolto un incontro fra il sindaco Ercole Ielmini, l’assessore alla polizia locale e turismo Alvaro Reggiori e il direttivo della Pro Loco, per fare il punto sulla situazione sia in merito al "Ferragosto Lavenese", che per il programma di iniziative della Pro Loco. Un incontro costruttivo e importante è stato detto dalle parti, che è servito a porre le basi per la nuova “Festa di Fine Estate” con spettacolo lo pirotecnico che si svolgerà sabato 23 settembre, mentre la festa proseguirà con varie attrazioni anche domenica 24 settembre. Per questa nuova iniziativa, voluta dallo stesso sindaco, la Pro Loco, presieduta da Franco Liuzzo è già al lavoro per allestire il programma di musica, gastronomia e animazioni. Abbiamo chiesto, ma cosa cambia se si mette in programma lo spettacolo pirotecnico negato a ferragosto? La risposta è stata: “Primo ci sarà una viabilità più scorrevole e zone più libere; secondo si tratta di una “nuova” manifestazione che non ha il pesante impatto del tradizionale “Ferragosto Lavenese” “. Per il Ferragosto Lavenese viene confermata la locandina già pubblicizzata dalla Pro Loco,

EXPO CANINA NAZIONALE A LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 05.08.2017 - E’ una tradizione di successo e partecipazione la manifestazione estiva lavenese dell’”Esposizione Nazionale Canina”, che si svolgerà domenica 6 agosto a Laveno Mombello, presso l’ex discoteca Moulin Rouge in via Cittiglio 10. L’annuale rassegna cinofila è da sempre organizzata dalla sezione lavenese del Gruppo Cinofilo Varesino, in collaborazione con il gruppo cinofilo Verbano Cusio Ossola. Una iniziativa ormai consolidata da più di 40 anni e che anche quest’anno avrà carattere nazionale ed dove saranno in palio i titoli validi per il Campionato italiano di bellezza. Saranno presenti cani provenienti da ogni parte d’Italia in rappresentanza di tutte le razze riconosciute dall’Enci (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana). Al mattino con inizio alle ore 10 si svolgeranno nei vari ring i giudizi tecnici e per i quali sono stati invitati giudici italiani e stranieri di provata esperienza cinofila i quali avranno l’arduo compito di scegliere i migliori soggetti delle varie categorie previste che, al pomeriggio (con inizio alle ore 15 circa) si scontreranno nel Ring d’Onore per le premiazioni finali. Si arriverà quindi alla finalissima

SI ASFALTA UN TRATTO DELLA VIA COLOGNA

LAVENO MOMBELLO – 03.08.2017 - Sono terminati in questi giorni i lavori di regimentazione e sistemazione di una roggia protagonista negli ultimi anni di svariati allagamenti di abitazioni oltre alla corrosione della sede stradale ad ogni consistente ondata di maltempo e che ha provocato piuttosto gravi danni nella zona di Mombello, con decine di interventi della protezione civile, come nella foto. La strada, domani venerdì 4 agosto, verrà chiusa nel tratto interessato dai lavori in via Cologna, al fine di permettere l’asfaltatura del fondo stradale dalle ore 8 alle 12 e 30 e dalle ore 13 e 30 alle 19 a cura dell'impresa Bianchi. Le autovetture hanno comunque una via alternativa che esce in via Spalato e questo ovviamente ne ridurrà i disagi, vista la presenza di decine di famiglie. Il riale che è stato regimentato è il “Pioris” che scende dalla parte alta di Mombello. Il cantiere, di canalizzazione delle acque verso valle è stato attuato con un finanziamento della Comunità Montana Valli del Verbano, sotto la guida dello stesso architetto dell’ente montano Danilo Bevilacqua. Il progetto di intervento, aveva un costo di circa 105.000,00 ed è stato redatto dall’ingegner Antonino Bai di Gavirate e prevedeva ovviamente anche l’asfaltatura della strada.

LAGO MAGGIORE VERSO LA PRIMA SOGLIA DI MAGRA

LAVENO MOMBELLO – 02.08. 2017 - Il livello del lago Maggiore, che malgrado lo scarso apporto idrico aveva mantenuto un livello accettabile e nonostante i temporali sta lentamente scivolando verso la soglia di magra. Oggi alle 12, era sceso a 30 centimetri sopra lo zero idrometrico, come si documenta alla centrale di monitoraggio della Protezione civile comunale di Laveno Mombello. Un livello mai raggiunto in questo 2017, visto che a fine marzo si era registrata la minima di 56 centimetri. Siamo a una manciata di centimetri dalla prima soglia di magra, quella che fa scattare le prime limitazioni di imbarco sui traghetti di linea fra Laveno e Intra. Una discesa costante, che è iniziata sin dal 12 luglio, quando il livello del lago era attestato attorno al metro e 5 centimetri (che risulta anche la quota massima di questo 2017) mentre la dibattuta media dei limiti di concessione per la gestione degli enti regolatori, che va da marzo a novembre, è di un metro e 25 e quella invernale è di un metro e 50. Da sottolineare, il buon andamento della regolazione dei deflussi verso il Ticino e il Po, ed è solo grazie a queste ottimali manovre di regolamentazione idrica, fatte allo sbarramento della diga della Miorina,

FERRAGOSTO LAVENESE ... COSA AVVIENE IN ALTRE CITTA' ?

LAVENO MOMBELLO - 30.07.2017 - In merito al "Ferragosto Lavenese" già morto dal 2008? (vedi foto di aperturaRisatona) dopo il "NO! " del Sindaco Ercole Ielmini per l'edizione di questo 2017, quale massima autorità comunale di Protezione civile, Pubblica Sicurezza e Sanitaria. NO! Legato ovviamente alle nuove normative della "Circolare Gabrielli", la Pro Loco lavenese, sta studiando come riuscire, ridimensionando la manifestazione e ad esclusione ovviamente dei fuochi artificiali ad attuare almeno una parte della tradizionale iniziativa, visto che sono già in diffusione manifesti e depliant, con contratti già stipulati. Cosa non facile visto i costi, ed anche i tempi a disposizione. Del resto la manifestazione, che ha sponsor per lo più esterni, vedi Luna Park ed altri, non è facilmente rinviabile a settembre, anche perchè difficilmente saranno modificate le nuove normative, come richiesto da più parti. Il presidente della Pro Loco Franco Liuzzo aggiunge : "Il problema quindi non è solo di Laveno Mombello, a chiarire per tutte le persone che come al solito parlano per niente e però.. non fanno niente. Solo criticare dare giudizi pensare di essere incolumi da critiche... fanno passare, insieme a queste normative, la voglia alle persone che si prestano nel fare volontariato a dire: schieriamoci dall'altra parte della barricata e vediamo poi tutti quelli che fanno andare più veloce la lingua delle mani cosa succede." Ma cosa avviene in Italia con le nuove normative ? Ecco uno spaccato nazionale: "In un mese sono decine le manifestazioni e sagre saltate dopo le misure di sicurezza imposte dalla Circolare Gabrielli dopo i fatti di piazza San Carlo. Da Torino a Livorno, fino a Genova e Brindisi, i cartelloni estivi perdono appuntamenti. E a Savona i commercianti hanno salvato la Notte bianca usando le loro automobili come "barriere anti sfondamento".

QUALI SONO LE NUOVE NORMATIVE PER GLI SPETTACOLI PUBBLICI ?

LAVENO MOMBELLO - 29.07.2017 - Quali sono le nuove normative diffuse dopo gli incidenti di Torino e di prevenzione per il pubblico da atti terroristici, che hanno fatto decidere al sindaco Ercole Ielmini di non attendere neppure la Commissione Provinciale, vista la mancanza dei requisiti necessari per Laveno Mombello, che ha differenza di altre località non ha una viabilità alternativa o le attrezzature necessarie ? Questa la sintesi : - "OGGETTO - Pubbliche manifestazioni. Misure a salvaguardia dell'incolumità e della sicurezza delle persone. L'attuale contesto pone in evidenza la necessità di qualificare e individuare, nell'ambito del processo di governo e gestione delle pubbliche manifestazioni, i dispositivi e le misure che garantiscano sia l'incolumità che la sicurezza delle persone.