News

INIZIATIVE DEL FAI A VILLA BOZZOLO

CASALZUIGNO –09.03.2017 - Presentati a Villa Della Porta Bozzolo del FAI gli appuntamenti all'insegna dell'arte e della natura proposti per questa stagione 2017. Il FAI - Fondo Ambiente Italiano a programmato presso la splendida villa, residenza di campagna della famiglia Della Porta nel Cinquecento e dimora signorile della famiglia Bozzolo nel Settecento. Da marzo a novembre, un ricco calendario propone appuntamenti per esplorare il mondo della botanica, dell'astronomia, delle rose ma anche incontri per lasciare spazio alla fantasia, all'arte e alla storia. Una serie di eventi che permetteranno ai visitatori di scoprire gli interni e i decori rococò delle sale ma anche di passeggiare nello splendido giardino all'italiana, avvolti dal profumo delle rose. Questo il programma: Sabato 18 e domenica 19 marzo, grande ritorno de “Le giornate delle Camelie”, evento in collaborazione con la Società Italiana della Camelia e il Vivaio Camelia d'oro, in provincia di Verbania: un'esclusiva mostra e mercato di grandi esemplari di Camelie in piena fioritura, e una Mostra del fiore reciso con camelie fresche provenienti dal giardino ottocentesco di Villa Anelli a Oggebbio sul Lago Maggiore. Lunedi 17 aprile Pasquetta è in programma una caccia al tesoro botanica,

CARNEVALE LAVENESE RINVIATO.. CI SARA' INVECE A MOMBELLO

LAVENO MOMBELLO – 03.03.2017 - (foto storica del Bortolo Ciuchet) Non ci sarà nessuna sfilata carnevalesca in notturna domani (sabato 4 marzo) a Laveno. Viste le previsioni meteo di Locarno Monti e di altri servizi meteo, che prevedono precipitazioni nella giornata e serali con possibilità di forte vento, il presidente della Pro Loco Franco Liuzzo, dopo una riunione svoltasi, insieme al consiglio direttivo, all’assessore al turismo Alvaro Reggiori, ed agli autori dei carri allegorici e gruppi mascherati, ha deciso di rinviare la manifestazione. In un primo tempo si era pensato a sabato 3 giugno, in occasione della festa patronale, ma poi viste altre manifestazioni nella zona si è deciso per sabato 17 giugno, in occasione della “Notte Bianca”, che vedrà una nutrita presenza di iniziative collaterali, fra cui si spera, con un’operazione congiunta fra Amministrazione comunale, Parrocchia e Pro Loco, di illuminare il campanile della rivierasca chiesa parrocchiale di Laveno (quella dei Santi Filippo e Giacomo) il cui campanile è visibile sulle due sponde del Verbano, proprio come era stato fatto nel 1961 (ben 56 anni fa) in occasione della trasmissione televisiva RAI di “Campanile Sera” (una sorta di “Giochi Senza Frontiere”) che vide Laveno Mombello per sei settimane protagonista.

CARNEVALE DI LAVENO MOMBELLO 2017

LAVENO MOMBELLO – 23.02.2017 - Sarà in notturna, la prossima edizione del “Carnevale Lavenese “ 2017, patrocinato dal Comune di Laveno Mombello. Lo ha deciso la Pro Loco, che intende cosi rispolverare una delle edizioni ben riuscite di una decina di anni fa, quando però il carnevale era anche in diurna. Il programma del Carnevale di Laveno e Mombello, si svolgerà secondo il rito Ambrosiano sabato 4 marzo e vedrà in diurna il Carnevale Mombellese a cura della Associazione Mombello Viva in sinergia con l’Oratorio di Sant’Arialdo di Mombello, con la sua celebre e tradizionale maschera del “Ciuchet”. La giornata di eventi avrà inizio alle 12 quando all’Oratorio di Sant’Arialdo a Mombello sarà attivo il banco gastronomico con polenta, lenticchie e gorgonzola in piazza Santo Stefano e al Centro Sociale “Il senso della vita”, ma anche in Piazza Caduti del Lavoro a cura della Pro Loco. Alle 14, a Mombello, inizierà la sfilata del carnevale con carri e gruppi mascherati e con il Bortolo Ciuchet. Quest’ultimo terrà il suo discorso alle 14 e 45 in piazza Santo Stefano dove ci sarà anche il Circo Smile con giochi e divertimenti. Alle 16 ci saranno le premiazioni delle maschere più belle. Alle 16 e 45 si continua con il processo e la condanna al rogo del Bortolo Chiuchèt

NUOVO MAGAZZINO COMUNALE E DISTACCAMENTO DEI VVFV

LAVENO MOMBELLO – 17.02.2017 -Tornano sul territorio comunale di Laveno Mombello, sia i vigili del fuoco volontari che il magazzino comunale. Come noto la situazione attuale (dopo l’abbattimento del vecchio e pericolante magazzino comunale, realizzato negli anni settanta in via XXV Aprile abbattuto all’inizio del 2008) vede il trasferimento delle attrezzature comunali nel capannone di via Mombello al civico 36, sul terreno comunale di Cittiglio. Una collocazione provvisoria si era detto sin dal 2008, ma che dura a tutt’oggi, ed ancora per alcune settimane. Nel contempo il distaccamento dei vigili del fuoco volontari di Laveno Mombello, nato e inaugurato presso la sede della protezione civile (il 31 maggio del 2008) con l’inserimento di alcuni degli stessi volontari della prociv lavenese,

DUBBI SULLA FUNZIONALITA' AL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTIGLIO

CITTIGLIO – 17.02.2017 -Sono molte le chiamate di persone preoccupate che chiedono informazioni in merito agli sviluppi e sulla funzionalità, ma anche sui disservizi che si registrano al presidio ospedaliero di Cittiglio. Chiamate che giungono al Comitato per la salvaguardia dell’Ospedale di Cittiglio che proprio meno di una settimana fa manifestava la preoccupazione circa la soluzione ponte proposta e subito attuata dalla Direzione Generale, in attesa della riapertura del reparto di ortopedia e traumatologia promessa entro giugno 2017. Oggi lo stesso comitato nel sottolineare come la tele-consulenza tra il medico di guardia in pronto soccorso a Cittiglio e lo specialista ortopedico a Varese fosse in realtà un semplice consulto telefonico, aggiunge che a tutt’oggi il medico ortopedico può vedere eventuali immagini radiologiche ma nulla di più, manca la possibilità di effettuare la visita clinica, una vera tele-consulenza in pronto soccorso richiederebbe una sala dedicata con telecamere, al fine di permettere al medico di Varese di poter svolgere una sorta di esame obiettivo e virtuale del paziente. Ma a Cittiglio non è così. Il Comitato aggiunge: “Sembra quasi una novella di Pirandello.

LA SICUREZZA DEI CITTADINI - UN BISOGNO PER TUTTI

LAVENO MOMBELLO – 07.02.2017 - “La sicurezza dei cittadini - un bisogno per tutti “, è questo l’importante tema che verrà affrontato giovedì 9 febbraio prossimo, con inizio alle ore 21 presso l'Oratorio di Mombello e sabato 18 febbraio alle ore 10 presso l'ex sala civica di Piazza Italia a Laveno. Relatori saranno il dott. Castellone Alfonso e Incarbone Martino – Referenti per l’Associazione Controllo del Vicinato; dal Maresciallo Luogotenente comandante Tiepolo Carlo Maria – Comandante Stazione Carabinieri Laveno Mombello e dalla dott.ssa Bernacchi Tiziana – Psicologa.

FESTA SAN BIAGIO A CITTIGLIO

CITTIGLIO -02.02.2017- Anche per questo 2017 si ripropone a Cittiglio la festa di San Biagio che avrà il suo centro nella chiesa romanica dedicata al Santo Vescovo, protettore della gola (chiesa posta sulla collinetta a circa 200 mt dalla stazione e dall’ospedale, inserita nella frazione San Biagio). Il programma che la parrocchia assieme al “Gruppo Amici di San Biagio” ha predisposto è il seguente e segue la tradizione ormai consolidata negli anni: Venerdì 3 febbraio: ore 20,30 S. Messa con benedizione della gola nella chiesetta dedicata al santo; al termine, incanto dei canestri, falò, panettone e vin Brulè; Domenica 5 febbraio: ore 9,30 S. Messa con benedizione della gola; al termine, distribuzione del pane benedetto e incanto dei canestri. Quest’anno il sagrato davanti alla chiesa sarà solo parzialmente agibile perché proprio a ridosso dell’edificio sacro è aperto lo scavo archeologico che indaga sull’antico cimitero che sino al XVII secolo occupava lo spiazzo addossato alla chiesa. Nel maggio 2016, infatti, si è iniziato questo scavo che ha beneficiato di un finanziamento da parte della Fondazione Comunitaria per il Varesotto, del Gruppo di San Biagio e dell’Università dell’Insubria di Varese.

INIZIA OGGI IL 35° PALIO MOMBELLESE

LAVENO MOMBELLO –01.02.2017 - Torna più atteso che mai il tradizionale Palio di Santa Maria di Corte a Mombello. Lo organizza, come sempre l’Associazione Santa Maria di Corte che quest’anno taglia il traguardo della XXXV° edizione. Si tratta del Palio a tema che quest’anno è incentrato su “Emozioni in viaggio”. Ogni frazione o rione partecipante dovrà presentare un scenetta incentrata su un mezzo di trasporto, come già assegnato lo scorso ottobre di consueto tramite apposita estrazione. Inoltre ogni rappresentazione deve essere caratterizzata da almeno un’emozione fortemente riconoscibile, scelta all’interno di un apposito elenco che il comitato organizzatore ha già fornito ai partecipanti. In occasione del 35° anniversario ci sarà la partecipazione straordinaria fuori concorso della frazione Ponte. In linea con il tema, la giuria composta da persone esterne al comune di Laveno Mombello, giudicherà le scenette durante le serate. Il programma diffuso dagli organizzatori prevede: mercoledì 1° febbraio, ore 21.00, la fiaccolata dalle singole frazioni con gli stendardi e S. Rosario nella chiesa di S. Maria di Corte; a seguire estrazione dell’ordine di esibizione delle frazioni per il Palio.

GIORNO DELLA MEMORIA

LAVENO MOMBELLO - 20.01.2017 - Anche quest’anno il Comune di Laveno Mombello propone una serie di iniziative per il “Giorno della Memoria”, come sempre in collaborazione con ANPI e scuole. Gli appuntamenti in programma inizieranno venerdì 27 gennaio, con una conferenza dell’architetto milanese Rita Sicchi dal titolo “Meditate che questo è stato”: un excursus di parole e immagini attraverso i maggiori musei della memoria del mondo. Nella stessa serata è prevista la proiezione in anteprima di un corto dedicato a Sophie Scholl, preparato dai ragazzi della scuola media, quest’anno impegnati in un approfondito lavoro di ricerca sui ‘giusti’ italiani. Nell’atrio della villa Frua – insieme ai libri sull’argomento presenti nelle raccolte della Biblioteca comunale - saranno tra l’altro esposti gli elaborati e i materiali preparati dai ragazzi, nell’ambito del progetto “Adotta un giusto: chi salva una vita umana salva il mondo intero”. Sempre per gli studenti, stavolta del Liceo scientifico, è prevista il sabato mattina successivo la proiezione del film tedesco “L’onda” , di Dennis Gansel. Da rimarcare il prezioso lavoro preparatorio che sfocerà nel prossimo mese di marzo in una visita di tutte le classi dell’Istituto comprensivo alla Sinagoga, al Giardino dei Giusti e a Binario 21.

FRANAMENTO SOTTERRANEO SULLA SP 69 A LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 12.01.2017 - Una grossa buca si è aperta improvvisamente sulla sede stradale della provinciale n°69 fra Laveno e Castelveccana. Per fortuna non si è registrato nessun incidente, anche grazie al tempestivo allarme dato da un residente della zona, ma si è rischiato la chiusura della strada rivierasca, che collega Laveno a Germignaga, chiusura evitata grazie al tempestivo intervento dei tecnici della Provincia sotto la guida della responsabile provinciale Tresa Crociati e del Comune, presente lo stesso sindaco Ercole Ielmini, carabinieri, protezione civile di Laveno Mombello e della ditta Civelli. Una chiusura che avrebbe causato non pochi disagi viabilistici, con il dirottamento del traffico veicolare lungo la Statale della Valcuvia, la SS 394. Tutto è cominciato attorno alle 19 di mercoledì, quando un residente della via ha segnalato ai carabinieri del comando stazione di Laveno Mombello il buco che si stava paurosamente e rapidamente allargando. Sul posto con i carabinieri è prontamente intervenuta la Protezione civile che ha provveduto a circoscrivere con gli stessi carabinieri la vistosa buca creando un senso unico alternato. Poi chiamati dalla protezione civile sul posto sono giunti i tecnici della provincia e lo stesso Sindaco di Laveno Mombello. Ispezionata la buca

INTERROGAZIONE REGIONALE PER LA CAMERA IPERBARICA LAVENESE

LAVENO MOMBELLO – 11.01.2017 - Depositata la perizia tecnica disposta dal Tar della Lombardia sulla Camera Iperbarica di Laveno Mombello, perizia che verrà discussa dal tribunale Regionale il prossimo 8 febbraio. La direttrice amministrativa della Camera Iperbarica di Laveno Mombello, Tiziana Petoletti non esulta, ma si dice moderatamente soddisfatta dopo aver letto la perizia del consulente nominato dal Tar, il prof. Di Giulio. Approda cosi nuovamente al Tar la lunga diatriba che vede opposto il Centro Iperbarico lavenese all’Ats di Varese. Ma ora, stando ad una interrogazione consigliare regionale del Movimento 5 stelle (a firma dei consiglieri regionali Paola Macchi e Dario Violi), si scopre un possibile retroscena sconcertante, vale a dire che a Brebbia, potrebbe sorgere a breve una nuova camera iperbarica in una clinica privata, ma finanziata con i soldi regionali. Nella interrogazione si legge come a Laveno Mombello già esista una camera iperbarica stabile, alla quale da fine maggio del 2015 l’Asl di Varese ha sospeso temporaneamente l’autorizzazione e l’accreditamento. Si fa presente come la struttura lavenese ha erogato per oltre 25 anni le necessarie cure legate alla ossigenoterapia in convenzione con l’Asl e si elencano le numerose terapie che sono state curate da questo Centro Iperbarico.

LA FRANA DI MONTEGGIA NON FARA' PIU' PAURA

LAVENO MOMBELLO - 04.01.2017 - «La Regione Lombardia ha finanziato un intervento urgente di messa in sicurezza del versante in dissesto in località Monteggia, che interessa la zona sottostante e circostante le vie al Motto e via ai Ronchi, per un importo complessivo di 200mila euro» L’annuncio è dell’assessore ai lavori pubblici e protezione civile Enrico Rodari, che rimarca come la situazione si sia risolta dopo i ripetuti solleciti del sindaco Ercole Ielmini e la presentazione del progetto per consolidare il terreno. L’intervento è dunque pienamente definito, i lavori inizieranno a breve per concludersi entro febbraio. Verrà così finalmente risanata l’area collinare, franata nel 2014 e che tiene ancora con il fiato sospeso ad ogni pioggia più o meno intensa tre famiglie e preoccupa la Protezione civile lavenese che nel frattempo ha tenuto monitorata la situazione. Erano le 6.30 del mattino del 5 novembre 2014 quando la Protezione civile lavenese già impegnata per alcuni allagamenti di abitazioni in via Pradaccio dietro la ex Monterosa, quando giunse la chiamata per una imponente frana che metteva a serio rischio due abitazioni di via Al Motto e via ai Ronchi nella zona di Monteggia, e preoccupava una terza abitazione.

ALLERTA REGIONALE INCENDI BOSCHIVI

LAVENO MOMBELLO – 03.01.2017 - Il perdurare del periodo particolarmente secco e ventoso ha fatto scattare l’allerta regionale, già diffusa per la regione Piemonte, anche per la regione Lombardia. Domani (mercoledì 4 gennaio) fra l’altro la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata all'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha emesso un avviso di ordinaria criticità (codice giallo) per lo scenario di rischio vento forte che interessa anche la nostra provincia di Varese, con invito ai vari gruppi di protezione civile di predisporre un attento monitoraggio del territorio e mettere in atto le necessarie azioni di contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumità e la riduzione dei rischi. Ma da ieri è anche scattato come detto l’allerta ad alto rischio di incendio boschivo per la stagione invernale 2017, che prevede l’applicazione delle norme relative alla difesa dei boschi dal fuoco contenute nella Legge quadro in materia di incendi boschivi n. 353/2000, nella Legge Regionale n. 31/2008 e nel Regolamento Regionale n. 5/2007. L’allerta è stata emessa dal Direttore Generale vicario Gianni Giammarrusti

MALTEMPO, DOMANI ORDINARIA CRITICITA' PER RISCHIO VENTO FORTE

MILANO - 23.12.2016 - La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia, la cui attivita' e' coordinata dall'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha emesso una comunicazione di ordinaria criticita' (Codice giallo) per rischio di vento forte per la giornata di domani, sabato 24 dicembre, sulle zone omogenee IM-01 (Valchiavenna, provincia Sondrio), IM-04 (Laghi e Prealpi Varesine, provincia Varese) e IM-05 (Lario e Prealpi occidentali, province di Como e Lecco). Si ricorda che la previsione di criticita' e' pubblicata quotidianamente al seguente indirizzo: www.protezionecivile.regione.lombardia.it, cliccando sul banner 'Allerte in corso: Situazione odierna'. Si chiede ai sistemi locali di protezione civile di porsi in una fase operativa di ATTENZIONE, cioe' di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza comunale, per la salvaguardia della pubblica incolumita' e la riduzione dei rischi. Si chiede di segnalare con tempestivita' eventuali criticita' che dovessero presentarsi sul proprio territorio in conseguenza del verificarsi dei fenomeni previsti, telefonando al numero verde della Sala Operativa di Protezione Civile regionale: 800.061.160

RINNOVATE LE CONCESSIONI PER LA NAVIGAZIONE DEI LAGHI LUGANO E MAGGIORE

LAVENO MOMBELLO - 23.12.2016 - Rinnovate le concessioni per la navigazione sui laghi Maggiore e Ceresio In data odierna la Gestione Governativa Navigazione Laghi (GGNL), che comprende la Navigazione Lago Maggiore (NLM), e la Società Navigazione del Lago di Lugano (SNL) hanno ottenuto le concessioni per i prossimi 10 anni. Rinnovate dal Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e dall'Ufficio Federale dei Trasporti (UFT), tali concessioni permettono alle società di gestire per altri 10 anni la navigazione di linea e altre offerte sui laghi Maggiore e Ceresio. Le concessioni si basano in primo luogo sulla Convenzione tra Svizzera e Italia che, tra l'altro, prevede una società italiana per la gestione della navigazione sul lago Maggiore e una società svizzera per la gestione della navigazione sul lago di Lugano. Il rinnovo delle concessioni è un importante passo verso l'attuazione del Memorandum di Intesa (MdI), firmato a Lugano a fine maggio 2016 dalla Consigliera Federale Doris Leuthard e dal Ministro Graziano Delrio, volto a promuovere la navigazione e a migliorare i relativi servizi, ivi compresa l’attività prevalentemente turistica. Questa dichiarazione politica d'intenti prevede tra l'altro la ricerca di nuove opportunità di collaborazione tra società di navigazione pubbliche (NLM)