News

RAGGIUNTO UN ACCORDO PER LA SICUREZZA DELLE MANIFESTAZIONI

ROMA - 07.08.2017 - “A seguito di sollecitazioni rivolte anche ad ANCI - già impegnata in confronti con gli organi competenti - per segnalare le difficoltà in capo alle amministrazioni locali e ai sindaci rispetto alla gestione degli eventi e alle misure di sicurezza da adottare in tali circostanze, è stata emessa dal Ministero dall’Interno la "Direttiva con modelli organizzativi per garantire alti livelli di sicurezza in occasioni di manifestazioni pubbliche." L’obiettivo è di permettere, sempre mantenendo assoluta priorità per i massimi standard di sicurezza sia in termini di security che di safety, di soddisfare le esigenze dei Comuni con cautele e precauzioni differenti in base alle tipologie di eventi, distinguendo tra manifestazioni in luogo pubblico che richiedono agli organizzatori solo l’onere di avvisare il Questore e manifestazioni di pubblico spettacolo sottoposte ad autorizzazione da parte del Sindaco. Tale nuova direttiva permette, quindi, di differenziare le procedure e chiarire le responsabilità con la garanzia di poter effettuare eventi pubblici sicuri.

BAGNINO A MACCAGNO SALVA UN VENTENNE IN PROCINTO DI ANNEGARE

MACCAGNO – 07.08.2017 - Giocano sulla piattaforma galleggiante posta davanti al parco Giona a Maccagno, che ampia una decina di metri, oltre che dai bagnanti viene utilizzata anche come attracco per le imbarcazioni, ed uno dei giovani di colore finisce nel lago e rischia di annegare sotto gli occhi sgomenti dei compagni. Il giovane era in gita con altri 5 ragazzi, ed una educatrice italiana. E’ avvenuto ieri mattina domenica, attorno alle ore 10,45 a pochi metri dalla riva, ma con il lago che in quella zona è già profondo circa 4 metri. Il giovane, un ventenne nativo dello Zambia, si è trovato subito in difficoltà e non riusciva a riemergere. La scena è stata fortunatamente vista da riva dal bagnino di salvataggio della Multiservizi Italia Srls di Marzara del Vallo, che dal 21 giugno scorso si è aggiudicata il servizio per i presidi acquatici estivi sul Lago Maggiore, bando dell’Autorità di Bacino lacuale dei laghi di Laveno, che con i propri assistenti bagnanti specializzati è presente sulle rive del lago con 4 suoi esperti e 14 sono invece quelli provenienti dai Bagnini di salvataggio di Roberto Carullo (che da due anni non partecipa al bando) ma che operano congiuntamente da Sesto Calende a Maccagno.

PROGRAMMA DI FERRAGOSTO A LAVENO MOMBELLO E FESTA DI FINE ESTATE

LAVENO MOMBELLO – 06.08.2017 - Presso Villa Frua, sede del Municipio, si è svolto un incontro fra il sindaco Ercole Ielmini, l’assessore alla polizia locale e turismo Alvaro Reggiori e il direttivo della Pro Loco, per fare il punto sulla situazione sia in merito al "Ferragosto Lavenese", che per il programma di iniziative della Pro Loco. Un incontro costruttivo e importante è stato detto dalle parti, che è servito a porre le basi per la nuova “Festa di Fine Estate” con spettacolo lo pirotecnico che si svolgerà sabato 23 settembre, mentre la festa proseguirà con varie attrazioni anche domenica 24 settembre. Per questa nuova iniziativa, voluta dallo stesso sindaco, la Pro Loco, presieduta da Franco Liuzzo è già al lavoro per allestire il programma di musica, gastronomia e animazioni. Abbiamo chiesto, ma cosa cambia se si mette in programma lo spettacolo pirotecnico negato a ferragosto? La risposta è stata: “Primo ci sarà una viabilità più scorrevole e zone più libere; secondo si tratta di una “nuova” manifestazione che non ha il pesante impatto del tradizionale “Ferragosto Lavenese” “. Per il Ferragosto Lavenese viene confermata la locandina già pubblicizzata dalla Pro Loco,

EXPO CANINA NAZIONALE A LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 05.08.2017 - E’ una tradizione di successo e partecipazione la manifestazione estiva lavenese dell’”Esposizione Nazionale Canina”, che si svolgerà domenica 6 agosto a Laveno Mombello, presso l’ex discoteca Moulin Rouge in via Cittiglio 10. L’annuale rassegna cinofila è da sempre organizzata dalla sezione lavenese del Gruppo Cinofilo Varesino, in collaborazione con il gruppo cinofilo Verbano Cusio Ossola. Una iniziativa ormai consolidata da più di 40 anni e che anche quest’anno avrà carattere nazionale ed dove saranno in palio i titoli validi per il Campionato italiano di bellezza. Saranno presenti cani provenienti da ogni parte d’Italia in rappresentanza di tutte le razze riconosciute dall’Enci (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana). Al mattino con inizio alle ore 10 si svolgeranno nei vari ring i giudizi tecnici e per i quali sono stati invitati giudici italiani e stranieri di provata esperienza cinofila i quali avranno l’arduo compito di scegliere i migliori soggetti delle varie categorie previste che, al pomeriggio (con inizio alle ore 15 circa) si scontreranno nel Ring d’Onore per le premiazioni finali. Si arriverà quindi alla finalissima

SI ASFALTA UN TRATTO DELLA VIA COLOGNA

LAVENO MOMBELLO – 03.08.2017 - Sono terminati in questi giorni i lavori di regimentazione e sistemazione di una roggia protagonista negli ultimi anni di svariati allagamenti di abitazioni oltre alla corrosione della sede stradale ad ogni consistente ondata di maltempo e che ha provocato piuttosto gravi danni nella zona di Mombello, con decine di interventi della protezione civile, come nella foto. La strada, domani venerdì 4 agosto, verrà chiusa nel tratto interessato dai lavori in via Cologna, al fine di permettere l’asfaltatura del fondo stradale dalle ore 8 alle 12 e 30 e dalle ore 13 e 30 alle 19 a cura dell'impresa Bianchi. Le autovetture hanno comunque una via alternativa che esce in via Spalato e questo ovviamente ne ridurrà i disagi, vista la presenza di decine di famiglie. Il riale che è stato regimentato è il “Pioris” che scende dalla parte alta di Mombello. Il cantiere, di canalizzazione delle acque verso valle è stato attuato con un finanziamento della Comunità Montana Valli del Verbano, sotto la guida dello stesso architetto dell’ente montano Danilo Bevilacqua. Il progetto di intervento, aveva un costo di circa 105.000,00 ed è stato redatto dall’ingegner Antonino Bai di Gavirate e prevedeva ovviamente anche l’asfaltatura della strada.

LAGO MAGGIORE VERSO LA PRIMA SOGLIA DI MAGRA

LAVENO MOMBELLO – 02.08. 2017 - Il livello del lago Maggiore, che malgrado lo scarso apporto idrico aveva mantenuto un livello accettabile e nonostante i temporali sta lentamente scivolando verso la soglia di magra. Oggi alle 12, era sceso a 30 centimetri sopra lo zero idrometrico, come si documenta alla centrale di monitoraggio della Protezione civile comunale di Laveno Mombello. Un livello mai raggiunto in questo 2017, visto che a fine marzo si era registrata la minima di 56 centimetri. Siamo a una manciata di centimetri dalla prima soglia di magra, quella che fa scattare le prime limitazioni di imbarco sui traghetti di linea fra Laveno e Intra. Una discesa costante, che è iniziata sin dal 12 luglio, quando il livello del lago era attestato attorno al metro e 5 centimetri (che risulta anche la quota massima di questo 2017) mentre la dibattuta media dei limiti di concessione per la gestione degli enti regolatori, che va da marzo a novembre, è di un metro e 25 e quella invernale è di un metro e 50. Da sottolineare, il buon andamento della regolazione dei deflussi verso il Ticino e il Po, ed è solo grazie a queste ottimali manovre di regolamentazione idrica, fatte allo sbarramento della diga della Miorina,

FERRAGOSTO LAVENESE ... COSA AVVIENE IN ALTRE CITTA' ?

LAVENO MOMBELLO - 30.07.2017 - In merito al "Ferragosto Lavenese" già morto dal 2008? (vedi foto di aperturaRisatona) dopo il "NO! " del Sindaco Ercole Ielmini per l'edizione di questo 2017, quale massima autorità comunale di Protezione civile, Pubblica Sicurezza e Sanitaria. NO! Legato ovviamente alle nuove normative della "Circolare Gabrielli", la Pro Loco lavenese, sta studiando come riuscire, ridimensionando la manifestazione e ad esclusione ovviamente dei fuochi artificiali ad attuare almeno una parte della tradizionale iniziativa, visto che sono già in diffusione manifesti e depliant, con contratti già stipulati. Cosa non facile visto i costi, ed anche i tempi a disposizione. Del resto la manifestazione, che ha sponsor per lo più esterni, vedi Luna Park ed altri, non è facilmente rinviabile a settembre, anche perchè difficilmente saranno modificate le nuove normative, come richiesto da più parti. Il presidente della Pro Loco Franco Liuzzo aggiunge : "Il problema quindi non è solo di Laveno Mombello, a chiarire per tutte le persone che come al solito parlano per niente e però.. non fanno niente. Solo criticare dare giudizi pensare di essere incolumi da critiche... fanno passare, insieme a queste normative, la voglia alle persone che si prestano nel fare volontariato a dire: schieriamoci dall'altra parte della barricata e vediamo poi tutti quelli che fanno andare più veloce la lingua delle mani cosa succede." Ma cosa avviene in Italia con le nuove normative ? Ecco uno spaccato nazionale: "In un mese sono decine le manifestazioni e sagre saltate dopo le misure di sicurezza imposte dalla Circolare Gabrielli dopo i fatti di piazza San Carlo. Da Torino a Livorno, fino a Genova e Brindisi, i cartelloni estivi perdono appuntamenti. E a Savona i commercianti hanno salvato la Notte bianca usando le loro automobili come "barriere anti sfondamento".

QUALI SONO LE NUOVE NORMATIVE PER GLI SPETTACOLI PUBBLICI ?

LAVENO MOMBELLO - 29.07.2017 - Quali sono le nuove normative diffuse dopo gli incidenti di Torino e di prevenzione per il pubblico da atti terroristici, che hanno fatto decidere al sindaco Ercole Ielmini di non attendere neppure la Commissione Provinciale, vista la mancanza dei requisiti necessari per Laveno Mombello, che ha differenza di altre località non ha una viabilità alternativa o le attrezzature necessarie ? Questa la sintesi : - "OGGETTO - Pubbliche manifestazioni. Misure a salvaguardia dell'incolumità e della sicurezza delle persone. L'attuale contesto pone in evidenza la necessità di qualificare e individuare, nell'ambito del processo di governo e gestione delle pubbliche manifestazioni, i dispositivi e le misure che garantiscano sia l'incolumità che la sicurezza delle persone.

NON CI SARA' LO SPETTACOLO PIROTECNICO DEL FERRAGOSTO LAVENESE IN QUESTO 2017

LAVENO MOMBELLO – 28.07.2017 - Foto Sangalli - Il tradizionale “Ferragosto Lavenese” giunto alla 59° edizione, non avrà luogo, avviene per la prima volta nella sua storia, in altre circostanze (5 per la precisione) a causa del maltempo si è ricorsi solo a dei rinvii. Lo hanno deciso congiuntamente il Sindaco Ercole Ielmini, ed il presidente della Pro Loco Franco Liuzzo, dopo una riunione di “servizio” con gli addetti alla sicurezza. Il sindaco ha fatto presente che: “La recente normativa inerente le pubbliche manifestazioni e le relative e necessarie misure poste a salvaguardia dell’incolumità delle persone non consentono di autorizzare lo svolgimento dei fuochi d’artificio che si terrebbero nello stesso giorno di svolgimento del mercato settimanale che, ferragostano, richiama solitamente tantissima gente. La sistemazione delle aree mercatali, anche per la presenza del tradizionale Luna Park, non consentirà i necessari lavori di messa in sicurezza dell’area del centro di Laveno Mombello. Considerato inoltre che le vie di uscita non potranno essere poste in sicurezza visto che i lavori su via Luino potrebbero non essere completati prima di ferragosto e quindi l’accesso e l’uscita da Laveno verso Luino risulterebbe, per questa situazione, impraticabile.

MERCATO FRA I PIU' FREQUENTATI A LUINO

LUINO - 26.07.2017 - Il mercato in data odierna si conferma come uno dei più frequentati della stagione.Luino ha richiamato tantissima gente che, oltre alle tante bancarelle, ha potuto visitare il fuori salone dedicato al lino.L'installazione, svoltasi sul lungolago si propone, come han sottolineato gli organizzatori Monica Trussi, Paolo Oldani e Fabrizia Caniato, Angela Bossi come un'esposizione dedicata alla sua filiera. Partendo dal seme, infatti, si passa alla fibra, ad una paglia totalmente biologica che è stata esposta in un sacco di yuta. Una curiosità, suggeriscono...' se si bagna questa fibra, germoglia'. Un viaggio in un mondo di filati in lino, grezzo, naturale, e colorato, dalle nuances stupende, da disegni realizzati solo dalla maestria di coloro che sapientemente sanno mescolare i filati, come le stoffe di Giovanni Sassolini. Il lino si utilizza nella moda, nel design, nell'arredo della casa, il living e nel food. il lino infatti e' anche food- grissini con semi di lino, pizze, ricette speciali e tagliatelle di lino si possono gustare nel centro storico della Città.'Un bel progetto da sviluppare' così ha commentato il Sindaco di Luino Andrea Pellicini in merito alla mostra patrocinata dalla Città.

FUOCHI ARTIFICIALI IN QUOTA SABATO 22 LUGLIO

LAVENO MOMBELLO – 21.07.2017 - Avrebbe potuto essere una serata di fuochi “Lago e Monti”, quella di sabato 22 luglio a Laveno Mombello, ed invece per un disguido di tempi e permessi, non ci saranno i fuochi dal lungo lago del Gaggetto, dove è in corso con la collaborazione della Pro loco l’iniziativa di “Notti Latine” con ballo, musica e gastronomia internazionale, che da questa sera con lo Streed Food, accompagnerà il centro cittadino sino a domenica sera. Ci saranno invece i fuochi di monte, quelli “sparati” dalla stazione di arrivo della Funivia del Lago Maggiore, in occasione della “Twin Body Land” festa di musica e ovviamente di “alta” gastronomia a quota mille. E’ la seconda volta che uno spettacolo pirotecnico viene “sparato” in quota a Laveno. L’autore è sempre l’artigiano degli spettacoli pirotecnici Pietro Masciocchi di Venegono superiore con il figlio Luigi. La prima volta fu lo scorso anno, il sabato dopo il Ferragosto Lavenese e anche quest’anno, come informa la titolare del ristorante albergo e gestore dell’impianto di risalita al Sasso del Ferro Paola Mattioni, lo spettacolo pirotecnico, in vetta verrà replicato dopo il Ferragosto Lavenese per il quale la Pro loco lavenese

AMMODERNAMENTO LINEA FERROVIARIA - STATO DEI LAVORI -

LUINO - 19.07.2017 - Sempre molto alta l'attenzione dell'Amministrazione comunale sui lavori di ammodernamento della linea ferroviaria, per questo questa mattina nel municipio di Luino il sindaco Andrea Pellicini e l'assessore Alessandra Miglio con i tecnici comunali si sono incontrati con l'ingegner Vincenzo Macello, direttore di produzione Rfi Lombardia, accompagnato dal suo staff. È stato un colloquio chiarificatore su diverse questioni legate ai lavori in stazione e sulla linea. Buone notizie sul fronte cronoprogramma, che a oggi è rispettato, con la fine dei lavori prevista per il 9 dicembre, l'ing. Macello riferisce che è stato raccomandato di prestare la massima attenzione ai tempi ed ai livelli di emissione sonora per creare il minor disturbo possibile alla popolazione; nelle gallerie, rinnovate con nuovi impianti di sicurezza e cassonetti strutturati ribassati è stato introdotto l'uso di speciali frese per contenere il rumore rispetto ai deframmentatori tradizionali. Meno buone le notizie riguardo alla possibilità di collegare a breve le due stazioni di Laveno, per settembre non sarà possibile come auspicato per difficoltà burocratiche legate al dialogo complesso tra due enti come Rfi e l'autorità di certificazione, però si sta lavorando per risolvere la questione il prima possibile,

IMPORTANTI INVESTIMENTI REGIONALI A FAVORE DEI LAGHI VARESINI

MILANO - 17.07.2017 - "Abbiamo scelto ancora una volta di puntare su quanto di piu' bello la nostra Regione possa esprimere. I laghi della Lombardia rappresentano un tesoro inestimabile da proteggere e valorizzare". Cosi' l'assessore di Regione Lombardia Francesca Brianza commentando l'approvazione in Giunta regionale della programmazione degli interventi per lo sviluppo della navigazione turistica e di linee sulle acque interne, della portualita' e delle infrastrutture di trasporto per le annualita' 2017-2019. 9 INTERVENTI PER IL TERRITORIO VARESINO - "Per quanto riguarda il territorio di Varese - commenta Brianza - sono state stanziate importanti risorse per i laghi Maggiore, Comabbio, Monate e Varese, Ceresio, Piano e Ghirla per un totale di 9 interventi. Attraverso i contributi sara' possibile effettuare opere di adeguamento delle strutture esistenti, abbattimento delle barriere architettoniche, riqualificazione e costruzione di nuovi pontili e approdi, potenziare i porti pubblici e tutte le opere funzionali al demanio lacuale e al suo utilizzo pubblico". IMPEGNO CONCRETO - Nello specifico ammonta a 690 mila euro lo stanziamento a carico di Regione Lombardia per finanziare nuovi interventi per il 2017/2018 per le autorita' di bacino lacuale

LAGO CROMATICO MERCOLEDì, 19 LUGLIO, A RANCO

RANCO - 17.07.2017 - Dopo il successo dello spettacolo tenuto da Betty Colombo lo scorso 5 Luglio nel cortile della Ex ILAR di Ranco e il suo racconto sulla storia della fabbrica che ha segnato parte della storia moderna del paesino sul lago, continua il desiderio di riscoprire la storia dei primi anni del secolo scorso insieme alla volontà di dare lustro ai luoghi dove da sempre si è sviluppata la vita del paese. Ecco che la sera di mercoledì 19 Luglio prenderà vita la caratteristica Piazza Venezia nel cuore di Ranco, con le sue case particolari un tempo abitazioni dei pescatori del paese. Per ritornare all’epoca in cui anche la Ex ILAR era attiva, verrà proposto un concerto incentrato sul repertorio italiano - di ispirazione americana - sorto a partire dagli anni ‘30 con il Trio Lescano e poi sviluppato nei decenni successivi dal Quartetto Cetra. Protagonista della serata saranno The Cocoon, formazione milanese composta da un trio vocale: soprano Mariarita Ortolani, primo contralto Giuditta Gambolò, secondo contralto Fiammetta Galliani; agli strumenti, una classica formazione in trio jazz: alla batteria Marcello Colò, musicista dalla spiccata sensibilità musicale; al contrabbasso Fabio Mazzola, musicista da 20 anni noto nella scena milanese;

LA PROCIV RIPULISCE LA FOCE DEL TORRENTE FRODA

CASTELVECCANA – 17,07.2017 - Vasta operazione a favore di una mirata prevenzione idrogeologica, quella posta in atto sabato a Caldè di Castelveccana, da parte dei gruppi di protezione civile della Comunità Montana Valli del Verbano, che ogni anno puntano a obbiettivi di grande utilità a favore del territorio. Così dopo l’operazione “Margorabbia” e “Dumenza”, tanto per citarne alcuni, quest’anno è toccato a Castelveccana con il torrente Froda, un corso d’acqua che scorre attraverso uno degli angoli montani più interessanti di Castelveccana, con particolare interesse naturalistico oltre che turistico con la ben nota Cascata della Froda. Il “cantiere” dei gruppi di protezione civile è stato in questa occasione quello che si snoda fra la foce con il lago Maggiore, sotto Santa Veronica e il ponte delle ferrovia. Zona che sta vivendo in questi giorni una massiccia presenza turistica. Questo tratto del torrente già nel 2014 aveva registrato un intervento di escavazione a cura del Genio Civile, area che è stata totalmente invasa dalla vegetazione infestante, con serio pregiudizio idrogeologico. Oltre una cinquantina di volontari si sono cosi dati appuntamento sabato mattina alle ore 6,30 e sino a mezzogiorno,