News

CICLOVIA DEL LAGO MAGGIORE: FIRMATO PROTOCOLLO D’INTESA

VARESE -29-11.2017 - Dopo l’approvazione del Consiglio provinciale del protocollo d’intesa per la redazione del progetto di fattibilità tecnico-economica della Ciclovia del Lago Maggiore, questo pomeriggio il Vicepresidente della Provincia Marco Magrini e i Sindaci dei Comuni coinvolti, insieme a un rappresentante della Camera di Commercio hanno sottoscritto il documento. «La mobilità dolce è una delle priorità di Villa Recalcati, poiché lo sviluppo del sistema di piste ciclabili è fondamentale per una crescita sostenibile e turistica del territorio – ha spiegato il Vicepresidente Marco Magrini - da un lato incentiva l’utilizzo di un mezzo ecosostenibile come la bicicletta, dall’altro i percorsi ciclopedonali sono volano per un settore strategico come quello del turismo. Vorrei poi sottolineare l’importanza del ruolo della Provincia in qualità di ente coordinatore di questo progetto e della presenza di tutti i sindaci che, al di là delle appartenenze politiche, hanno condiviso un obiettivo concreto e molto importante per lo sviluppo del nostro territorio». Dopo l’accordo, il cronoprogramma prevede la redazione dello studio di fattibilità che verrà realizzato dagli uffici della Provincia in collaborazione con i Comuni,

GIORNATE INTERNAZIONALI DELLE PERSONE CON DISABILITA'

LAVENO MOMBELLO - 30.11.2017 - Giornata internazionale delle persone con disabilità - Grazie a una grande collaborazione di istituzioni ed associazioni pubbliche e private, propone un articolato programma nel week end 1-3 Dicembre, per onorare la Giornata internazionale delle persone con disabilità. Le manifestazioni si apriranno venerdì 1 Dicembre alle ore 18, con la presentazione del libro TUTTE LE FORTUNE (BADAVO AI BADANTI) di Riccardo Taverna (edizioni Piemme). C’è il badante ultradevoto con le mani di pastafrolla che attribuisce i danni che causa al demonio. C’è l’ex bodyguard zoppo che si veste di nero con gli occhiali scuri e prima di aiutare il suo assistito controlla anche sui tetti che non ci siano cecchini. C’è il cingalese educato nelle scuole del britannico impero che lo chiama sir e l’ex ufficiale dell’Armata Rossa rigido come l’acciaio.

PER NON DIMENTICARE "CAPACI"

LAVENO MOMBELLO - 23.11.2017 - Venerdì 24 novembre, con inizio alle 9,30, si terrà presso l’Istituto “Galileo Galilei” di Laveno Mombello una conferenza sul tema “In Memoria della Scorta – Capaci per non dimenticare” che vedrà come partecipanti Tina Montinaro, vedova dell'agente caposcorta Antonio Montinaro, caduto nella Strage di Capaci con Giovanni Falcone, il fotoreporter Tony Gentile, testimone d'eccezione degli eventi di Capaci del 1992 e famoso fotografo anche del giudice Falcone. Le loro testimonianze saranno accompagnate anche da interventi di diverse autorità ed esponenti delle Forze dell'Ordine. L'Istituto "Galileo Galilei" di Laveno Mombello, da diversi anni ospita questa ed altre iniziative, sempre nel settore della Legalità aperta alle scuole di ogni ordine e grado. Fra gli interventi inoltre ci saranno anche quelli del prof. Leonardo Salvemini dell’Università degli studi di Milano, della dott.ssa Annalisa Palomba, sostituto procuratore della repubblica e altre testimonianza di rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell’ordine. In un comunicato dello stesso istituto lavenese si legge fra l’altro: “ Essere uomini della scorta di Giovanni Falcone, sapere perfettamente il prezzo da pagare, ma andare lo stesso fino in fondo, perché si crede in una scelta.

INQUINAMENTO A CAUSA DI UN INCIDENTE IN CARTIERA

LAVENO MOMBELLO – 22.11.2017 – Ha destato non poca preoccupazione nel pomeriggio di oggi una vasta chiazza biancastra apparsa nelle acque del Boesio , all’altezza delle pompe di sollevamento delle acque nere di via Buozzi a Laveno. In un primo momento si era pensato ad un guasto della centralina, ma una tempestiva telefonata, da parte di una donna residente in via Nazario Sauro, che avvertiva la Protezione civile di Laveno che l’inquinamento interessava anche il riale che scorre parallelo alla stessa via, con maleodoranti rilasci in aria, orientava verso altre fonti di inquinamento. Con gli uffici comunali e della polizia locale ormai chiusi, la Protezione civile informava lo stesso sindaco Ercole Ielmini e stava per procedere come da prassi ad informare l’Arpa di Varese, quando la stessa direzione della Cartiera Merati informava di un’incidente occorso all’interno dello stabilimento. La tubazione che porta il liquido per la fabbricazione del cartone si era rotto ed era uscita la sostanza biancastra contenente la cellulosa. Per motivi in corso di accertamento da parte della stessa azienda il liquido aveva superato le apposite vasche di contenimento e raccolta posizionate proprio per evitare simili situazioni

LADRI VIOLANO LA CASA DEL GESU' BAMBINO

LAVENO MOMBELLO – 19.11.2017 - Ladri entrano nella “Casa di spiritualità del Gesù Bambino” a Cerro di Laveno e rubano i soldi custoditi nell’ufficio dell’economato. E’ avvenuto nella serata di venerdì, probabilmente fra le 19 e le 20, mentre le suore della Congregazione delle Piccole Figlie del Sacro Cuore di Gesù, che gestiscono il centro di spiritualità, erano riunite nella mensa per la cena. Come racconta la stessa superiora suor Maria Rosa, ad agire sembra siano state una o più persone che hanno prima ben studiato la situazione, ma non si esclude qualcuno che conosceva bene i comportamenti delle relligiose e la dislocazione dei locali, cosi come il fatto che in questi giorni, in attesa di lavori di ristrutturazione all’interno dei due fabbricati che costituiscono l’intero complesso non ci sono ospiti. Sta di fatto che mentre le suore erano in cucina i malviventi si sono intrufolati nel parco che si affaccia sul lago dove sorgono le due strutture. Una ospita le suore e l'altra, dopo essere stata per lunghi anni adibita a casa di accoglienza per bambini con difficili situazioni familiari, era stata trasformata in un centro di spiritualità dove si accolgono gruppi per esercizi spirituali, ritiri e incontri formativi organizzati autonomamente, ma che ora è in attesa di restauri.

IL LIVELLO DEL LAGO MAGGIORE NUOVAMENTE IN MAGRA

LAVENO MOMBELLO - 13.11.2017 -Il livello del Lago Maggiore, dopo le piogge dei giorni scorsi, che avevano portato a un incremento di circa 12 centimetri, è tornato a scendere con un trend di circa due centimetri al giorno e ieri, domenica 12 novembre, alla centrale di monitoraggio della Protezione civile di Laveno Mombello si registravano 20 centimetri sotto lo zero idrometrico. Ma con soli 76 metri cubi d’acqua al secondo in entrata e 153 metri cubi d’acqua al secondo in uscita la situazione è considerata rischio: una magra autunnale alquanto rara per il Verbano. Le piogge dello scorso fine settimana non hanno mutato il quadro generale. Oltre i 1500 metri di quota, infatti, e in alcune zone anche più in basso è caduta la neve che di fatto ha congelato sulle alture milioni di metri cubi d’acqua.

SI CERCANO NUOVE "VOCI" PER IL CORO POLIFONICO "J.S.BACH" DEL PONTE A LAVENO

LAVENO MOMBELLO - 04.11.2017 - Rischia seriamente di chiudere una delle principali realtà artistiche parrocchiali di prestigio di Laveno Mombello, parliamo del coro polifonico “J.S.Bach”, con alle spalle ben 30 anni di servizio. Mancano persone che contribuiscano a dare continuità a questo gruppo che oltre alla voce, ci mette l’anima e l’esperienza ma queste purtroppo da sole, benché importanti per un coro polifonico, non bastano e si cercano cosi disperatamente persone che diano la propria disponibilità e.. voce. Come ci informa una che l’anima ce la sta mettendo da un pezzo Nausica Bresciani: “Ci mancano nuove voci, giovani o anziani che si prestino a dare un poco del proprio tempo libero. Ci diamo ancora un paio di settimane, ma se non ci saranno nuovi arrivi siamo costretti a sospendere l’attività del coro con il rischio che i pochi rimasti finiscano framezzati in altri piccoli cori parrocchiali della zona e sarebbe un vero peccato, visto che andrebbe vanificata una trentennale formazione.” Il coro si ritrova ogni lunedì alle ore 21 presso la Chiesa del Ponte in via Cesare Battisti a Laveno e per chi fosse interessato giovani e meno giovani, ragazzi e ragazze, farebbe un gradito regalo a questa formazione prendendo parte a questo gruppo e riuscendo cosi a salvarlo,

MUSICA -GASTRONOMIA - E SOLIDARIETA' CON COCHI E RENATO

LAVENO MOMBELLO -03.11.2017 - Tra musica e solidarietà, la giornata speciale dell’Amba alla Locanda Pozzetto e...“Tacccc!”.  Aveva annunciato la sua presenza la scorsa estate, poi impegni e soprattutto il maltempo non gli avevano consentito, come era invece suo desiderio, di prendere parte all’iniziativa a cura della Associazione Amici del Centro Anziani “Menotti Bassani” di Laveno Mombello (Amba). Così Renato Pozzetto ieri ha fatto molto di più, invitando questa attivissima squadra di appassionati volontari con la voglia di accogliere e condividere reciprocamente tempo ed esperienze, con i residenti e i frequentatori del Centro Residenziale. Invitandoli nella sua prestigiosa Locanda Pozzetto, per un “pranzo solidale”. All’invito si sono presentati un centinaio di soci e sostenitori con lo stesso Pozzetto che si è occupato, insieme al presidente dell’Amba Carlo Sironi, della “spesa”. Dalle cucine di questa locanda - specializzata in cucina lombarda - sono uscite prelibate specialità gastronomiche che dall’antipasto al dolce senza tralasciare la polenta hanno visto apprezzamenti a tutto campo da parte degli intervenuti.

PARTE LA STAGIONE DEL TEATRO DIALETTALE AL FRANCISCUM

LAVENO MOMBELLO –02.11.2017- Da sabato torna una delle più attese e seguite iniziative teatrali dialettali che per tutti i sabati di novembre da appuntamento presso il Cinema Teatro Franciscum (in via don E. Redaelli 13) a Mombello. La rassegna ha il patrocinio del Comune. La rassegna dialettale “Novembre a Teatro”, ha presentato in questi giorni il programma degli spettacoli. Sabato 4 novembre, “L’ispetuur” a cura della compagnia di Laveno Mombello “Instabile del Franciscum”; Sabato 11, “Un tècc per quatar vècc” a cura della compagnia di Como “Città di Como”; 18 novembre “Un om pien de pregiudizzi” a cura della compagnia di Parabiago (MI) “Sempr’Alegher”; sabato 25 novembre, “El capellee de la riva” con la compagnia di Germignaga “Germignaghese”. Ingresso € 10 (intero) e € 5 (ridotto sino ai 14 anni). Inizio spettacoli ore 21.00. L’apertura del teatro al pubblico avverrà alle 20.30. È necessario prenotarsi, posti non numerati. Per informazioni e prenotazioni: Assicurazioni Mombello (via G. Verdi 10) da lunedì a venerdì tel. 0332/669.193, Il Bucaneve (via don Redaelli 4) da martedì a domenica) tel. 0332/669.818, oppure presso l’ oratorio - Casa dell’Amicizia, sotto il teatro (sabato e domenica pomeriggio).

PREVENZIONE PER FURTI E TRUFFE A DANNO DEGLI ANZIANI

LAVENO MOMBELLO – 01.11.2017- Importante conferenza su tema di come evitare truffe e furti a danno degli anziani, quella tenuta dai carabinieri di Laveno Mombello al Centro Diurno “Il Senso Della Vita” di Mombello. La struttura diventata una delle principali realtà ricreative e di aggregazione del territorio è frequentata da pensionati e persone che nel tempo libero si ritrovano per dare appunto “un senso alla propria vita”. Il centro ha visto la presenza del comandante della stazione dei carabinieri, il maresciallo luogotenente Tiepolo Carlo Maria, invitato dalla stessa presidente del Centro Camilla Biavetti. Folta e interessata la partecipazione degli anziani che dopo le informazioni e le spiegazioni date dal comandante della stazione dei carabinieri hanno posto una serie di domande e raccontato anche alcuni degli episodi che purtroppo li hanno visti protagonisti di truffe o tentate truffe e furti. Episodi che hanno messo in luce anche il pesante trauma delle persone derubate e la sensazione di impotenza e/o vergogna che spesso colpisce le vittime. Si è parlato anche di prevenzione come l’uso delle telecamere e di come posizionarle, dell’importanza della chiamata urgente al comando dei carabinieri e per questo si sono consigliati i numeri telefonici oltre a quelli del comando carabinieri di Laveno

SCUOLA LAVENESE CONTATTA L'INGHILTERRA E L'INGHILTERRA RISPONDE

LAVENO MOMBELLO – 31.10.2017 - Continua, con la ripresa dell’anno scolastico il progetto Erasmus plus che vede gli alunni della V° A della Scuola Primaria “M. Gianoli” di Laveno Mombello incontrano via Skype i loro compagni Inglesi. Come sottolinea lo stesso dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale “GB Monteggia” di Laveno Mombello dott. Marco Zago: “Il progetto Erasmus plus ha rappresentato un'attività d'eccellenza che ha richiesto tanto impegno e sacrificio. Un importante lavoro di programmazione e progettazione che ha permesso a sette docenti di recarsi all'estero per approfondire la conoscenza delle lingue straniere e al contempo migliorare le metodologie didattiche in favore dei nostri alunni di Laveno.” Lo scorso mercoledì 18 ottobre, gli alunni della classe V A della Sc. Primaria del Plesso "Gianoli", dell’Istituto Comprensivo Statale "G.B. Monteggia" di Laveno Mombello, in collegamento via Skype e WhatsApp, hanno condiviso una lezione in lingua inglese con gli studenti della classe IV della Blewbury Endowed Curch of England Primary School di Blewbury Didcot Oxfordshire.

LIVELLO DI MAGRA PER IL LAGO MAGGIORE - I TRAGHETTI CARICANO SINO A 380 QUINTALI

LAVENO MOMBELLO - 30.10.2017 - Per la prima volta in questo 2017 il livello del lago Maggiore è sceso al di sotto lo zero idrometrico, superando due livelli di magra e oggi, alla centrale di monitoraggio della Protezione civile di Laveno Mombello, si registrano meno 11 centimetri sotto lo zero idrometrico con un trend in costante discesa di circa 2/3 centimetri al giorno. Non è un record, visto che nel 1947 si raggiunsero i meno 65 centimetri, ma tuttavia la situazione comincia seriamente a preoccupare dato che all’appello mancano ben 90 centimetri, stando alle medie stagionali. Oggi inoltre in entrata al lago si registravano solo 30 metri cubi d’acqua al secondo contro i 150 metri cubi d’acqua in uscita dallo sbarramento della Miorina a Golasecca verso il Ticino, ovvio quindi che il livello è destinato a scendere ulteriormente. La direzione della Navigazione Lago Maggiore ha ridotto da questa mattina il carico dei mezzi pesanti sui traghetti di linea fra Laveno e Intra ai 380 quintali a pieno carico, ma se la situazione non migliora si scenderà ai 200 quintali già nei prossimi giorni. Dopo la leggera magra dello scorso 30 agosto, quando il livello del lago era sceso a 4,6 centimetri sopra lo zero idrometrico, il livello si era rialzato sfiorando il metro sul livello del lago

PROROGATA SINO A SABATO 4 NOVEMBRE LA CHIUSURA DEL PASSAGGIO A LIVELLO A LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 29.10.2017 - Brutta notizia, che ha già sollevato non poche proteste sia da parte dei residenti di via Varese, che degli automobilisti, ma anche di molti anziani, per la prolungata chiusura del passaggio a livello di R.F.I. posizionato fra via Varese e via Labiena. Come noto il passaggio a livello è stato chiuso lunedì 23 ottobre, per l’adeguamento dei binari dopo l’abbassamento di circa 40 centimetri in galleria al fine di consentire il transito dei convogli di Alp-Transit. Stando alla richiesta delle imprese italiane che stanno lavorando fra la stazione ferroviaria e la galleria, la chiusura era programmata per cinque giorni e quindi la riapertura della Sp 394 Dir che collega Laveno a Cittiglio, era prevista ieri sabato 28 ottobre, dopo che già nella giornata di venerdì con la posa dei nuovi binari si era provveduto ad asfaltare il tratto interessato dal cantiere, proprio per permettere la ripresa della circolazione stradale. Invece della riapertura, è apparsa la correzione agli stessi cartelli di chiusura che annuncia come la riapertura sia slittata di una settimana, vale a dire sino a sabato 4 novembre. Il che significa un’altra settimana di “via crucis” per gli automobilisti che mediamente da Cittiglio per arrivare a Laveno, attraverso le vie alternative impiegano invece dei tradizionali 5 minuti

ANCHE OGGI I CANADAIR IMPEGNATI SUL CAMPO DEI FIORI

MILANO - 29.10.2017- foto di Gianluca Bertoni - INCENDI BOSCHIVI IN LOMBARDIA, L'ASSESSORE REGIONALE BORDONALI: AL LAVORO PER ATTIVITA' DI SPEGNIMENTO. Mentre anche questa mattina sono riprese le attività di vigili del fuoco e protezione civile al Campo dei Fiori e alla Rasa e sono nuovamente impiegati elicotteri antincendio e i Canadair dei vigili del fuoco, si sta procedendo a nuove evacuazioni di abitazioni a rischio, dopo le 40 persone già evacuate nella notte fra venerdì e sabato. Questa la situazione dal report della sala regionale della protezione civile di oggi:"Continuano le attivita' di spegnimento su quattro dei cinque incendi attivi nei comuni di Varese, Tavernerio (Como), Forcola (Sondrio) e Tremosine (Brescia). La Sala operativa di Regione Lombardia, insieme alla Sala operativa dei Vigili del fuoco di Curno,

UN ANNO PER IL COMITATO DI SALVAGUARDIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CITTIGLIO

CITTIGLIO - 29.10.2017 - Prima candelina per il Comitato nato per salvaguardia dell'Ospedale di Cittiglio che proprio in questi giorni festeggia un anno di vita. Il Comitato, presieduto da Salvatore Romano, i cui membri ricordiamo sono dipendenti (in pensione e non) dello stesso Ospedale e privati cittadini, si costituiva spontaneamente nell’ottobre 2016 a seguito della ingiusta chiusura del reparto di ortopedia e traumatologia. Nell'arco di sette mesi però la determinazione dei suoi componenti e l’attenzione da parte di alcuni politici tra cui Il presidente Raffaele Cattaneo, Giuliano Gallera e Luca Marsico hanno portato alla riapertura del reparto. “Molto lavoro è stato fatto – sottolinea lo stesso Romano - ma molto ne rimane ancora da fare. Purtroppo duole constatare infatti che i letti di degenza aperti sono 6 e non 10 come promesso nonostante 5 nuovi infermieri professionali assunti. Inoltre il reparto è in regime di week surgery, ovvero è attivo dal lunedì al sabato mattina. Questa modalità non è però prevista dall’attuale Decreto Ministeriale in tema di riordino della rete ospedaliera (DM 70 2015) viste anche le caratteristiche dell'Ospedale di Cittiglio (Ospedale per acuti). Ad oggi poi l'Ospedale è chiuso ai mezzi Areu che non trasportano alcun trauma a mezzo ambulanza.