LETTERA DI UN CITTADINO ARRABBIATO !

CITTIGLIO – 31.03.2018 - Dopo le proteste dello stesso Comitato per la difesa dell’Ospedale di Cittiglio, indirizzate al Direttore Generale dell’Ats Callisto Bravi in merito alla mancata completa riapertura del reparto di Ortopedia del presidio ospedaliero del medio Verbano, arriva la protesta degli utenti e in particolare.. in una lettera indirizzata alla “Prealpina” di Varese si scrive: “Lettera di un cittadino arrabbiato: Da mesi ormai l’ortopedia dell’ospedale di Cittiglio è ritornata (sulla carta) operativa ma ahimè non è così. Viene chiamato il soccorso per una caduta accidentale di una sig. anziana di 94 anni a Leggiuno che sbatte violentemente il capo sul pavimento. In 15 minuti circa arriva l’ambulanza dal vicino ospedale di Cittiglio, gli operatori preparati e gentili immobilizzano la signora e le prestano le prime cure. Quando io gli dico che li avrei raggiunti a Cittiglio in pronto soccorso loro mi rispondono che sicuramente andranno o a Varese o ad Angera! Io gli dico scusate ma l’ortopedia a Cittiglio funziona questi mi rispondono che il soccorso è gestito dalla centrale operativa di Como e decidono loro! Ma allora c’è la volontà di affossare Cittiglio rispondo io e loro non rispondendo mi fanno capire che veramente nei piani alti si rema contro!!!

A CITTIGLIO IL PROVVEDITORE PER "L'AMICO DI PENNA"

CITTIGLIO - 26.03.2017 - Cittiglio speaks English. Importante, ed interessante riunione quella che si è svolta presso la sala consiliare del municipio di Cittiglio, dove gli stessi intervenuti hanno cosi potuto rendersi conto della positiva iniziativa che ha visto la presentazione de “L’amico di penna 7.0”, progetto di conversazione in lingua inglese, rivolto agli studenti iscritti alle scuole del comune, progetto seguito dall’assessore alla pubblica istruzione del comune cittigliese Gerardo Chirichiello. “L’Amministrazione comunale – ha spiegato lo stesso sindaco Fabrizio Anzani - ha creduto nella realizzazione di questa iniziativa, perché la conoscenza della lingua inglese, soprattutto parlata, è fondamentale per affrontare il mondo di domani. Il progetto è stato pertanto studiato per costituire una sinergia con quanto già i nostri ragazzi imparano a scuola. Un’ora e mezza di lezione alla settimana, ad un costo molto contenuto, da marzo a maggio e già sono pervenute nuove richieste per un ipotetico corso bis”. Oltre al centro di aggregazione giovanile, che attualmente conta di 80 ragazzi, oltre al parco alla ciclabile per il fitness e il calisthenics, l’amministrazione comunale continua ad investire sui ragazzi per la didattica. In questo senso un parere pienamente positivo è giunto dallo stesso Provveditore

NUOVA AVVENTURA PER LE VELE D'EPOCA DEL VERBANO

LAVENO MOMBELLO - 25.03.2018 - Una nuova avventura inizia oggi, domenica 25 marzo per l'A.V.E.V. ( Associazione Vele d'Epoca Verbano - di Laveno Mombello  ). Infatti al gran completo ripartirà questa mattina per la sua quarta spedizione internazionale, dopo il Festival di Brest nel 2016, la Semaine du Golfe du Morbihan ed il Festival di Starigrad ( Cro ) nel 2017, quest'anno saremo ospiti d'onore al più grande Festival di tradizioni marittime del Mediterraneo " Escale a Sète 2018", dal 27 marzo al 2 Aprile. Una spedizione composta da oltre 70 persone in rappresentanza della marineria nazionale, della quale faranno parte la Goletta di 23 metri " Oloferne" costruita a Messina nel 1944, L'A.V.E.V. con al seguito 5 imbarcazioni ( i gozzi Nonnastro, San Pietro, I due Fratelli, la Lancetta Lola, il catboat Trudy ) e il Museo della marineria di Cesenatico. Sarà questa la presenza Italiana alla quinta edizione di " Escale a Sète " il biennale raduno della marineria tradizionale più affollato di tutto il Mediterraneo, oltre 250.000 i visitatori previsti e più di 120 i velieri e le barche tradizionali presenti .

PASSERELLA SUL LAGO AD ASCONA

ASCONA - 25.03.2018 - Da Ticinonews - Lunga circa 3 chilometri, dovrebbe collegare Ascona alle Isole di Brissago Una passerella a pelo d’acqua, galleggiante e stabile sul lago, larga tra i 12 e 16 metri, lunga circa 3 chilometri, che parte da Ascona e collega le Isole di Brissago. L’idea - che come riporta l'edizione odierna del Caffè dovrebbe avere un costo di almeno 25 milioni, vuole replicare nel golfo di Ascona la "The floating Piers", l’istallazione artistica dell’artista bulgaro Christo che due anni fa attirò centinaia di migliaia di turisti sul lago d’Iseo - sta per diventare realtà. Forse dalla prossima primavera. Stesso concetto, quasi stessi progettisti, stesso impatto turistico (la passerella sul lago d’Iseo in due settimane fu visitata da 1,2 milioni di turisti), ma non così effimera. Non durerà solo un paio di settimane. Quella fra Ascona e le Isole di Brissago galleggerà fra i tre e i cinque anni. Ininterrottamente, per tutte e quattro le stagioni. Potrete incamminarvi - pagando un biglietto, una decina di franchi - su un percorso di circa tre chilometri fino all’isola di San Pancrazio. Potrete visitare il parco botanico realizzato nell’800 dalla baronessa Antoinette di Saint Léger e ora proprietà del Cantone e dei Comuni limitrofi.

MOSTRA AL MUSEO DI CERRO DI LAVENO

LAVENO MOMBELLO – 24.03.2018 - Si inaugura oggi, sabato 24 marzo alle ore 15,30 presso il Museo della Ceramica di Cerro a Laveno la mostra personale di Ruggero Marrani dal titolo “Lascia una traccia del tuo passaggio” a cura di Clara Castaldo. Esposte sono una ricca antologia di opere in ceramica realizzate dall'artista di Barasso, che si collocano all’interno di una ricerca contrassegnata da “aeroscultura”, totem e scultura interattiva. Come spiega la curatrice della mostra: "Il pubblico, ancora una volta, sarà il vero protagonista di questa manifestazione che chiama in causa il riguardante; è una chiamata all'interazione e alla partecipazione diretta in chiave artistica. Ogni visitatore è interpellato a lasciare un segno del proprio passaggio, una traccia e una firma della propria presenza. È questa la cifra stilistica e di significato più importante e decisiva di tutta l'opera di Marrani". "Siamo contenti e convinti che l'opera di Ruggero Marrani ben si coniughi con la ricchissima tradizione di manufatti esposti al MIDeC

RIAPRONO LE BELLEZZE DEL VERBANO

LAVENO MOMBELLO -23.03.2018 - Preoccupa questo inizio incerto di primavera sul Verbano, ma nel frattempo, come da tradizione aprono le bellezze del nostro lago. Riaprono le strutture turistiche, per la verità, alcune come Santa Caterina del Sasso non ha mai chiuso. Già da giovedì scorso ha riaperto Villa Taranto, mentre questa mattina alle ore 9 ha riaperto il Palazzo Borromeo all’Isola Bella, i Giardini e la Villa dell’Isola Madre e il Parco di Villa Pallavicino, che con le loro attrattive naturalistiche, grazie a provetti giardinieri e tecnici del verde, si continuerà anche in questa nuova stagione a stupire le migliaia di visitatori, cosi come faranno le bellezze architettoniche e artistiche dei loro arredi e dei loro tesori che richiamano miglia di turisti ogni anno. Tutto questo fino al 21 ottobre, mentre per Villa Pallavicino l’apertura si prolungherà fino al 4 novembre. Molte le novità poste in campo come quella di offrire le promozioni sulle visite a più proprietà del circuito Borromeo. Si potranno acquistare biglietti combinati, da sfruttare in giorni diversi: con 31 euro per gli adulti e 18 euro fino a 15 anni si potrà accedere a tutte le quattro proprietà Borromeo, aggiungendo alle Isole anche Villa Pallavicino e la Rocca di Angera (con il vincolo di visitare Isola Bella e Isola Madre nello stesso giorno). Riapre alla stagione 2018 anche l'impianto di risalita della "Funivia del Lago Maggiore" a Laveno Mombello, con una serie di novità e iniziative.

GIORNATE FAI DI PRIMAVERA

ISPRA - 21.03.2018 - Il 24 e il 25 marzo tornano le Giornate FAI di Primavera nel segno di una tradizione che celebra quest’anno il ventiseiesimo anniversario. Sarà un fine settimana appassionante, dedicato alle bellezze del nostro Paese con più di mille luoghi aperti in tutta Italia. Luoghi straordinari che potranno essere scoperti insieme ai volontari FAI con visite a contributo libero. Per la Delegazione di Varese, che ha dedicato entusiasmo ed impegno all’organizzazione di queste Giornate FAI di Primavera, i luoghi scelti verranno aperti al pubblico dalle ore 14,30 alle 17,30 di sabato 24 marzo, poi ancora domenica 25 marzo ininterrottamente dalle ore 10 sino alle ore 17,30. Siamo davvero orgogliosi – afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Ispra, Cristina Riva – di poter ospitare un evento cosi importante anche nel nostro Comune, aprendo a tutti i cittadini due luoghi simbolo del nostro paese, il mausoleo Castelbarco e la Villa e parco Mongini di Casa Don Guanella. Il mausoleo della famiglia dei conti Castelbarco. Questo suggestivo monumento in granito di Baveno, edificato a metà dell’800 ad Ispra in posizione dominante sulle acque del Lago Maggiore dal Conte di Castelbarco in memoria dell’adorata moglie Antonietta, ricorda il famoso Pantheon di Roma.

ACQUE IN BOTTIGLIA UN'ANOMALIA TUTTA ITALIANA

MILANO - 21. 03.2018 - LEGAMBIENTE- Giornata Mondiale dell'Acqua: presentato il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” LOMBARDIA IMBOTTIGLIA 3 MILIARDI DI LITRI L’ANNO, UN QUARTO DELL’ACQUA A LIVELLO ITALIANO 90% DELL’ACQUA VIAGGIA IN BOTTIGLIE DI PLASTICA: STOP AL FALSO MITO CHE SIA MIGLIORE DI QUELLA DEL RUBINETTO Legambiente: “La Regione Lombardia è troppo generosa con gli imprenditori del settore che a fronte di un costo irrisorio della materia prima hanno fatturati enormi, sfruttando una risorsa che appartiene alla comunità” In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, con il dossier “Acque in bottiglia 2018 - Un'anomalia tutta italiana” Legambiente e la rivista Altreconomia tornano a denunciare il quadro nazionale sulle tariffe pagate alle Regioni italiane dalle società imbottigliatrici. Un giro d’affari stimato di 10 miliardi di euro, con guadagni enormi per aziende che continuano a pagare canoni concessionari irrisori: circa 1 millesimo di euro al litro, 250 volte meno del prezzo medio che i cittadini pagano per una bottiglia. In Lombardia le società imbottigliatrici di acque minerali godono di un regime di assoluto privilegio per prelevare dal sottosuolo l'acqua che poi rivendono a caro prezzo.

SIMULTANEA CONTRO CAMPIONE ITALIANO SCACCHI

COCQUIO TREVISAGO - 19.03.2018 - SIMULTANEA CONTRO IL CAMPIONE ITALIANO DI SCACCHI Sfida in simultanea (uno contro tutti) contro il neo campione italiano assoluto di scacchi presso il Teatro SOMS di Caldana (Cocquio Trevisago) , sabato 7 aprile 2018 alle 14:30. La Società Scacchistica Esteban Canal Cocquio è lieta di annunciare l’organizzazione di una simultanea (sfida uno contro tutti contemporaneamente) contro l’astro nascente dello scacchismo italiano, il diciassettenne brianzolo Grande Maestro (G M) Luca Moroni , laureatosi campione assoluto lo scorso dicembre e attualmente detentore del record italiano in simultanea ottenuto giocando a soli 15 anni contro 120 sfidanti . L ’ evento è rivolto in particolare ai giovani , ma è aperto a tutti gli appassionati ponendosi l’obiettivo di superare il record arrivando a 121 sfidanti. La manifestazione è sostenuta tramite un patrocinio oneroso dal Comune di Cocquio Trevisago che ha messo a disposizione il bellissimo e capiente Teatro SOMS di Caldana , teatro storico recentemente restaurato, ed è patrocinata da Provincia di Varese, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus , Camera di Commercio di Varese, Varese Sport Commission, Federazione Scacchistica Italiana e Comitato Regionale Lombardo.

PREOCCUPANO I SILENZI SULL'OSPEDALE DI CITTIGLIO

CITTIGLIO - 18.03.2018 - Tempo di risposte per i pazienti dell'Ospedale di Cittiglio che non vedono concretizzare quanto promesso e cosi ancora una volta il Comitato di Difesa del Presidio Ospedaliero di Cittiglio torna alla carica e chiede innanzitutto il nuovo day hospital oncologico ed afferma: “A dicembre 2017 sono stati inaugurati i muri perché non è mai entrato in funzione. Si trattava dunque di propaganda elettorale? Nel qual caso chi semina male raccoglie male diceva un antico detto. Ortopedia e traumatologia: prima la promessa di riaprire il reparto al completo a giugno 2017, poi l'apertura di un repartino 5 giorni a settimana con 6 posti letto. Si dovrebbero operare le fratture, in primis le fratture di femore ma questo non accade.” Il sentore, dicono i membri del comitato, è che il Prof. D'Angelo, primario a Varese ma anche a Cittiglio, non voglia eseguire tali interventi per non disturbare, diciamo così, altri ortopedici di ospedali vicini e continuano ricordando come: “A Cittiglio quindi si eseguono piccoli interventi su mani e piedi perché tutte le fratture vengono dirottate a Varese con immane spreco anche economico. Sala operatoria e apparecchiature costose che rimangono spesso inutilizzate.